Solidarietà e sport nel fiume rosso della «6alle6»

Oltre duemila i partecipanti che hanno gremito piazza Giacomo Leopardi al levar del sole di ieri, domenica 16 luglio, rispondendo all’invito del Grottini Running Team, della VKN Recanati e dell’Assessorato allo Sport del Comune.

0
335

La «6alle6» non è più solo una scommessa, è ormai una certezza del calendario estivo recanatese: lo hanno decretato le 2300 persone che hanno gremito piazza Giacomo Leopardi al levar del sole di ieri, domenica 16 luglio, rispondendo all’invito del Grottini Running Team, della VKN Recanati e dell’Assessorato allo Sport del Comune. Allo start del sindaco Francesco Fiordomo, un fiume rosso – questo il colore delle magliette distribuite ai partecipanti quest’anno – si è riversato, camminando o correndo, per le vie del Centro, attraversando e costeggiando i luoghi più noti della città: Corso Persiani, Villa Colloredo Mels, via Falleroni, San Vito, il Colle dell’Infinito, la piazza del Sabato del Villaggio in cui fa bella mostra la casa di Silvia appena restaurata e aperta al pubblico.

Ad accompagnare i passi dei partecipanti c’erano anche musicisti, solisti o gruppi, come l’orchestrina di archi sul sagrato della Chiesa di Santa Maria di Montemorello o l’arpista nel cortile dei Musei Civici. Runner, podisti, amanti del fitness, ma anche e soprattutto gruppi di amici, famiglie con passeggini e quattro zampe al seguito: è la capacità di richiamare un pubblico trasversale e intergenerazionale uno degli aspetti più belli che caratterizzano questa manifestazione. L’altro è quello della solidarietà: hanno camminato con la maglietta rossa anche Elio Piccinini e Maria Chiusaroli, delle cooperative sociali “La Ragnatela” e “Terra e vita”, che potranno portare avanti le loro attività anche grazie al ricavato dell’evento.

Alcune curiosità arrivano poi dalle statistiche diffuse dagli organizzatori: ha 92 Eraldo Gioacchini, di Osimo, il partecipante più avanti con l’età; in tanti sono arrivati a Recanati dai Comuni limitrofi – Porto Recanati, Potenza Picena, Montelupone, Montecassiano, Macerata, Ancona -, e non è mancata nemmeno l’Europa, rappresentata da francesi, svedesi e norvegesi. Tagliato il traguardo, nessuno ha avuto fretta di tornare a casa a recuperare il sonno perduto; dopo la colazione distribuita dai bar aderenti all’iniziativa, infatti, un folto gruppo si è lanciato nella zumba guidata da Happiness group, e c’è stato chi ha approfittato dell’occasione per salire in cima alla Torre Civica.

Print Friendly

Comments

comments