Cultura e turismo convivono nella ricca rassegna di teatro classico antico proposto all’Anfiteatro romano di Urbs Salvia. Per il ventottesimo anno consecutivo, in una coniugazione funzionale e gradevole di beni e attività culturali, la stagione di Teatro Classico Antico 2017 offre l’opportunità di fruire il magnifico Parco archeologico di Urbs Salvia e un cartellone di quattro opere teatrali di grande qualità narrativa e scenica. Ancora una volta con grande entusiasmo e passione per la cultura e lo spettacolo dal vivo, credendo fortemente nella forza con cui la cultura interviene nella ricostruzione della socialità, il Comune di Urbisaglia, in un lavoro congiunto con la Proloco di Urbisaglia, AMAT e Soprintendenza per i Beni Archeologici delle Marche intende avvicinare e sorprendere giovani, turisti e cultori di opere classiche.

La rassegna inizia dando spazio all’impegno e ai talenti degli studenti del Liceo Classico Filelfo di Tolentino che il 7 Luglio si cimentano con Aristofane rielaborando la sua commedia Donne al Parlamento. Selezionati al Festival Internazionale di Teatro Classico dei Giovani di Siracusa, gli studenti metteranno in scena una divertente e acuta interpretazione incentrata sulla emancipazione femminile e sul ruolo controverso della donna nella società civile.

Il 13 Luglio, sempre all’Anfiteatro Romano, è la volta di Avventuroso viaggio a Olimpia, nuovo spettacolo con Andrea Zorzi, il grande campione della pallavolo e ora sempre più attore e narratore, la sua straordinaria compagna di viaggio, l’attrice Beatrice Visibelli e i danzatori di Accademia Kataklò nelle eccezionali coreografie di Giulia Staccioli. Una partitura unica che intreccia l’epicità della narrazione con la spettacolarità della danza per raccontare lo sport attraverso le Olimpiadi antiche.

Segue La casina di Plauto, che con quest’opera supera i confini della cultura latina per diventare modello di drammaturgia per il futuro teatro. Portata in scena il 27 Luglio all’Anfiteatro Romano di Urbisaglia da Giuseppe Pambieri e Micol Pambieri, diretti dalla regia di Giuseppe Argirò, la Casina svela gli espedienti metateatrali; l’intreccio amoroso e il gioco dei contendenti per conquistare la “ragazza dal profumo di cannella” conducono lo spettatore direttamente alla commedia dell’arte e alla grande commedia del Cinquecento, la Clizia del Machiavelli.

Il cartellone si chiude il 1°Agosto con una Odissea tascabile; una versione ridotta a un oratorio diviso in movimenti, rapsodie ballate e frottole. «Ho scritto questa sintetica Odissea quindici anni fa e da allora l’ho letta e suonata di tanto in tanto, sia da solo che in compagnia», con queste parole Marco Paolini descrive U. Piccola Odissea tascabile. La narrazione di Paolini viaggia su invenzioni di linguaggio immediato ma che mantiene fedelmente tutte le corrispondenze del viaggio omerico. L’oralità riassume i canti dell’Odissea attraverso una sorta di verso libero e la rotta tortuosa di U. diventa la stessa di altri naufraghi, di milione di odissee fatte di coraggio, bellezza, astuzia, non solo orrore

La stagione di Teatro classico ad Urbisaglia non è solo una rassegna di spettacoli ma si conferma occasione privilegiata per scoprire un luogo di grande fascino, culturalmente dinamico ed aperto, capace ancora di emozionare e raccontare la storia e il futuro.

Ad arricchire la proposta per il pubblico, prima delle rappresentazioni nei giorni 13, 27 luglio e 1 agosto prende il via un programma culturale che inizia alle ore 17.30 al Teatro comunale di Urbisaglia con la presentazione dell’opera in cartellone. Alle ore 18.30 segue la visita guidata gratuita del Parco Archeologico di Urbs Salvia che si conclude all’Anfiteatro dove, alle ore 20 inizia la “dinnerTAU”: Cena degustazione di piatti tipici e locali. Per questa è necessaria la prenotazione al n. tel. 0733.506566.

Informazioni: Ufficio Turistico di Urbisaglia 0733/506566.

 

Print Friendly

Comments

comments