È ancora ricoperta da un velo di tristezza Recanati che, nei giorni scorsi, ha dato l’ultimo saluto a Mario Sampolesi, 74 anni, consigliere del C.C.S.R. (Centro Culturale Sportivo Ricreativo) del quartiere Le Grazie. Un volto noto, in città, quello di Sampaolesi, che ha lasciato un grande vuoto in tutta la popolazione leopardiana.

Ma è proprio in suo ricordo che i ragazzi della parrocchia, impegnati da settimane nell’organizzazione del torneo di calcio a 5 che, sera dopo sera, anima la città, hanno voluto riprendere l’attività dopo due giornate di stop. Seppur nel dolore ancora vivo di una prematura scomparsa, infatti, si sono disputate martedì sera le prime due gare dei quarti di finale, con le altre due previste per giovedì a partire dalle 21, dirette dal fischietto civitanovese Emanuele Trementozzi.

La manifestazione, in seguito, vedrà scendere in campo le semifinaliste lunedì 3 luglio, mentre la finalissima è prevista per mercoledì 5.

«Mario era un grande amico e una persona speciale per tutti noi – fanno sapere gli organizzatori – Ha sempre partecipato attivamente alle nostre attività e, per questo, abbiamo deciso di portare a termine il torneo in suo ricordo, convinti che anche da lassù continui a seguirci con affetto, come ha sempre fatto in questi anni».

Il Torneo “Le Grazie” di Recanati è oramai un appuntamento storico in città e, attraverso lo sport, riunisce decine di giovani leopardiani che, in quest’ultime serate rimaste, giocheranno per la vittoria e, soprattutto, per l’indimenticato Mario Sampaolesi.

Nella foto la squadra vincitrice dell’edizione 2016
Print Friendly

Comments

comments