Camerino: il successo della «Festa della Musica»

L'evento è stato promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo e si è svolto in tutto il territorio nazionale mercoledì 21 giugno

0
108

Con il coordinamento dell’Università di Camerino e la collaborazione del Comune di Camerino e delle associazioni cittadine “Cappella Musicale del Duomo – Coro universitario di Camerino“, Coro di voci bianche e Banda/Orchestra Città di Camerino, Istituto Musicale Nelio Biondi, Musicamdo, Etra – Accademia Arti Sceniche e Visive, Terra Mutata, del Consiglio degli Studenti, dell’associazione Arena Sferisterio e di Passaggi Festival, è stato possibile mettere insieme un ricchissimo programma, che si è aperto alle ore 16.15 e si è protratto fino alla mezzanotte, tutto al campus universitario di Camerino.

«Vogliamo contribuire a far ripartire il nostro territorio – ha sottolineato il Rettore eletto Claudio Pettinari – ricostruendo anche il tessuto sociale e questa è una delle risposte concrete alle tante richieste non solo dei nostri studenti, ma anche dell’intero territorio. E’ estremamente importante restituire momenti di socialità fondamentali per la crescita a questa comunità ed è quasi doveroso che a farlo sia una istituzione quale è Unicam. Siamo molto soddisfatti della risposta avuta da tutte le associazioni, dagli studenti, dall’amministrazione comunale per questa Festa della Musica ed insieme siamo riusciti a proporre un programma coinvolgente adatto al pubblico di tutte le età».

«Un importante sostegno – ha proseguito Pettinari – ci è giunto anche dal Mibact, che non solo ha inserito l’evento di Camerino tra quelli di particolare interesse in tutta Italia, ma ha anche donato tre strumenti musicali, una tromba, un clarinetto ed un sax, alla Banda/Orchestra Città di Camerino, che ieri sera ho consegnato al maestro Vincenzo Correnti».

La manifestazione si è aperta alle 16.15 con il saluto delle autorità presso la sala convegni del Campus, dove è stata anche inaugurata la mostra fotografica “Tornosubito”, 100 foto dei ragazzi delle scuole di Camerino a cura di Tommaso Massone, Bernardo Snickars, Bruno Agnorelli e Cesare Faustini dell’Associazione TerraMutata.
Alle 16.30 nello spazio agorà antistante la Scuola di Giurisprudenza si è tenuto lo spettacolo visualmusicale “R(esisto)”, coreografia danzante con improvvisazioni pianistiche a 4mani e voci, a cura dei ragazzi del terremoto delle scuole di Camerino e dell’Associazione TerraMutata.

Alle 17.00 è stata la volta della performance di Reading musicale a cura di Maria Sole Cingolani, ETRA Accademia Arti Sceniche e Visive su “Parole e Musica”, sempre nello spazio agorà.

Alle 17.30, invece, nei prati del campus, si sono esibiti il Coro di voci bianche della Cappella Musicale del Duomo, diretto dal Maestro Vincenzo Pierluca, e gli allievi dell’istituto Musicale Nelio Biondi, diretti dal Maestro Vincenzo Correnti.

Alle 18.15 nella sala convegni dopo la proiezione dell’emozionante video “Note di speranza“, si sono esibiti i coristi della Cappella Musicale del Duomo – Coro universitario di Camerino, diretti dal Maestro Silvio Catalini.
Alle 19.00, in collaborazione con Passaggi Festival, si è tenuta la presentazione del libro
L’assedio. Troppi nemici per Giovanni Falcone” di Giovanni Bianconi, che ne ha

discusso insieme al giornalista di RaiNews24 Alfredo Di Giovampaolo.

Ci si è spostati poi nuovamente nello spazio agorà dove alle 20.00 ha avuto inizio l’happy hour con musica live e aperitivo a cura degli studenti Unicam, mentre alle 21.30 si è tenuto il concerto “Adesso Musica” della Banda/Orchestra Città di Camerino diretta dal Maestro Vincenzo Correnti.

Lo Sferisterio per Unicam” è stato invece il tema della performance con il direttore artistico del Macerata Opera Festival Francesco Micheli ed il Rettore eletto di Unicam Claudio Pettinari, che ha avuto inizio alle ore 22.15.

La serata si è conclusa con le esibizioni di artisti “Jazz for students” a cura di Musicamdo Jazz.

Print Friendly

Comments

comments