Azione Cattolica: a Spello per riflettere sulla bellezza dell’amore quotidiano

L'analisi del quarto capitolo dell’esortazione apostolica Amoris Laetitae guidata da mons. Ugo Ughi, già vice assistente nazionale, avrà luogo all’Eremo di san Girolamo, dal 27 al 30 luglio

0
309
Monsignor Ugo Ughi

Nell’esortazione apostolica postsinodale, “Amoris Laetitiae”, papa Francesco offre al capitolo quarto un commento magistrale dell’Inno alla Carità dell’apostolo Paolo: “Dopo l’amore che ci unisce a Dio, l’amore coniugale è la più grande amicizia. È un’unione che possiede tutte le caratteristiche di una buona amicizia: ricerca del bene dell’altro, reciprocità, intimità, tenerezza, stabilità, e una somiglianza tra gli amici che si va costruendo con la vita condivisa. Però il matrimonio aggiunge a tutto questo un’esclusività indissolubile, che si esprime nel progetto stabile di condividere e costruire insieme tutta l’esistenza”.

L’Azione Cattolica propone una riflessione sul quarto capitolo dell’esortazione apostolica, “La bellezza dell’amore quotidiano”, guidata da mons. Ugo Ughi, già vice assistente nazionale, all’Eremo di san Girolamo di Spello, dal 27 al 30 luglio, un grande polmone spirituale pensato e vissuto da fratel Ettore Carretto come luogo in cui abitare l’incontro personale con il Padre per rigenerarsi e tornare a vivere in pienezza nel quotidiano la propria vocazione laicale e visitando le bellezze archittettoniche di Assisi e di Montefalco.

Infatti anche attraverso la bellezza il Papa invita a scoprire la misericordia della coppia: “Non possiamo dimenticare che la misericordia non è solo l’agire del Padre, ma diventa il criterio per capire chi sono i suoi veri figli. Insomma, siamo chiamati a vivere di misericordia, perché a noi per primi è stata usata misericordia. Non è una proposta romantica o una risposta debole davanti all’amore di Dio, che sempre vuole promuovere le persone, poiché l’architrave che sorregge la vita della Chiesa è la misericordia. Tutto della sua azione pastorale dovrebbe essere avvolto dalla tenerezza con cui si indirizza ai credenti; nulla del suo annuncio e della sua testimonianza verso il mondo può essere privo di misericordia”.

Per informazioni e prenotazioni (entro il 15 luglio) si possono contattare i numeri: 338 4161004, 347 0450631 e 338 7869731.

Print Friendly

Comments

comments