Una storia lunga fatta non solo di numeri ma di partecipazione, preghiere, testimonianze. Presentata la 39ª edizione del pellegrinaggio Macerata-Loreto in programma sabato 10 giugno.  Un gesto che si ripete, tra fede e speranza, da quando il suo ideatore don Giancarlo Vecerrica pensò di fare questo cammino di 28 km nella notte con un gruppo di giovani al termine dell’anno scolastico. 

Il titolo di quest’anno è “Mi ami tu?”: la domanda che Gesù rivolge a Pietro dopo che l’aveva rinnegato tre volte. In qualunque situazione ci troviamo quella domanda ci raggiunge oggi. «E’ un tema di attualità che nasce dai bisogni del mondo di oggi» ha detto in conferenza Mons. Giancarlo Vecerrica. «Un passaggio del vangelo che ci ricorda che l’amore di Dio c’è, è solido e stabile, non fragile come il nostro o quello di Pietro” ha aggiunto il vescovo di Macerata Marconi.

A presiedere la Santa Messa, sarà Sua Eminenza il Cardinale Kevin Farrell, Prefetto del nuovo Dicastero per i laici, la famiglia e la vita. A partire dalle 20.00 su emmetv canale 89 del digitale, sarà possibile seguire la diretta della cerimonia dallo stadio Helvia Recina di Macerata. L’evento sarà trasmesso dal circuito televisivo Corallo Sat in 34 emittente locali cattoliche, in tutta Italia. 

Il pellegrinaggio è una metafora della vita cristiana usata spesso anche da Papa Francesco che ieri ha benedetto la Fiaccola e incontrato a San Pietro la delegazione del Pellegrinaggio ribadendo la sua attenzione a questo gesto e la gioia di portare il suo messaggio telefonico anche quest’anno. Il presidente del Comitato del Pellegrinaggio Ermanno Calzolaio ha comunicato al Santo Padre la vicinanza della Fiaccola e di tutto il popolo del Pellegrinaggio alle zone terremotate con una percorso a zig-zag che tocca Amatrice, Norcia, Camerino, San Severino e altre città del cratere. «In un’epoca di tante paure, è ancora più forte il bisogno di riscoprire il senso della domanda di Pietro» ha ricordato Calzolaio in conferenza.

Arriveranno da tutto il mondo le intenzioni di preghiera, il responsabile dell’Ufficio stampa Carlo Camoranesi ha anticipato alcuni messaggi che saranno letti durante la cerimonia da quello di Juliàn Carron di CL al Presidente del Parlamento europeo Tajani, al Vescovo di Panana (in vista Gmg 2019) ci sarà anche un video-messaggio da Fatima, nel centenario delle apparizioni.

Il sindaco di Macerata Carancini ha evidenziato la voglia di accoglienza della città per questo evento e per tutti i partecipanti. Anche quest’anno percorrerà la strada fino alla Santa Casa di Loreto tra la gente. «E’ sempre una grande emozione vedere tantissime persone partire con gli occhi pieni di speranza, è un’occasione bellissima piena di significati» ha detto Carancini.

La macchina organizzativa, ormai collaudata dopo 39 anni, è stata descritta dall‘Ing. Massimo Orselli responsabile della Logistica «Questo tipo di lavoro nasce dalla voglia di accogliere, è un’attenzione che abbiamo sempre avuto a tutti i livelli per ciascun partecipante». Sono oltre 3mila i volontari con le casacche colorate che daranno indicazione lungo il percorso per la riuscita e la sicurezza dell’evento.

Dalle 15.45 di sabato 10 giugno sono previsti servizi navetta gratuiti che arrivano a ridosso dello stadio Helvia Recina  con partenza dalla stazione dei Treni di Macerata e dal centro Fiera di Villa Potenza dove è possibile parcheggiare l’auto. Anche per il ritorno da Loreto sono previsti pullman riservati.

Print Friendly

Comments

comments