È stata una giornata di festa, ma anche di tanta commozione quella vissuta a Tolentino, nell’aula magna della scuola Primaria e dell’Infanzia “M.L.King” gremita fino all’inverosimile, per celebrare la chiusura del 26° anno accademico dell’Unitre con l’intervento del presidente nazionale Unitre Gustavo Cuccini. Il saluto della città di Tolentino è stato portato dal sindaco Giuseppe Pezzanesi che ha sottolineato la grande solidarietà dimostrata da tanta gente e da tanti enti, sia italiani che stranieri, per prestare aiuto alla comunità tolentinate investita in pieno dalle scosse sismiche; non ha mancato di sottolineare l’estrema lentezza della burocrazia italiana annunciando che era in partenza per Recanati per partecipare alla manifestazione programmata per dire no alla chiusura dei punti di primo intervento degli ospedali dell’entroterra.

Si sono poi succeduti senza soluzione di continuità numerosi interventi di quanti, soprattutto nel mondo della scuola, si sono adoperati perché l’Unitre di Tolentino, privata della sua sede a causa del sisma, potesse continuare la sua attività, con i tanti corsi programmati per l’anno accademico 2016/2017. Particolarmente toccanti gli interventi dei dirigenti dell’Unitre di Poirino (Torino) e dell’Unitre di Varedo (Monza Brianza). Infatti Poirino ancor prima di Natale aveva fatto pervenire all’Unitre di Tolentino la somma di mille euro raccolti in una festa organizzato con il sostegno di tutto il paese. Invece Varedo aveva raccolto la somma di 5mila euro destinati non solo alla Unitre tolentinate ma anche ad altre scuole della città che avessero avuto bisogno di aiuto. E infatti 3mila euro furono utilizzate da Unitre Tolentino mentre mille euro vennero devolute all’Istituto comprensivo “Don Bosco” e all’Istituto comprensivo “Lucatelli” privilegiando la formazione dei bambini delle scuole Primarie e per l’Infanzia. Ma è stata ricordata anche la generosità dell’Unitre di Bertinoro che, in occasione di una visita in quella città di docenti e allievi di Unitre Tolentino, si è prodigata con grande slancio per la migliore accoglienza della comitiva tolentinate.

Protagonista dell’intera manifestazione è stata la presidente di Unitre Tolentino Mirella Valentini, che ha raccontato, commovendosi più volte, le difficoltà incontrate per riprendere l’attività e le lezioni dopo che molti allievi e docenti si erano allontanati da Tolentino a causa del sisma e soprattutto quando ci si è resi conto che era inutilizzabile la vecchia sede danneggiata dal sisma. E ha spiegato anche come si sia trovata tanta collaborazione in varie sedi scolastiche rimaste ancora in piedi e soprattutto nella scuola primaria e dell’infanzia “M.L.King” in via Ugo La Malfa, grazie alla disponibilità della preside. Valentini ha voluto poi rivolgere un pubblico encomio a quanti hanno reso possibile lo svolgimento dell’anno accademico appena concluso e soprattutto alle Unitre di Poirino, di Varedo e di Bertinoro, concludendo con la presentazione del ricco programma di attività del nuovo anno accademico 2017/2018.

Ha concluso la manifestazione il presidente Cuccini, il quale ha ricordato che è stato sempre vicino all’Unitre di Tolentino e a tutte le popolazioni terremotate perché, abitando a Perugia, ha avvertito le violente scosse dell’ottobre 2016 ma anche perché conosce bene tutti i paesi travolti dal sisma come Pievetorina, Visso e tutte le bellissime località dei Sibillini. Ha sottolineato il grande senso di altruismo delle Unitre che sono intervenute in aiuto alla consorella di Tolentino ricordando come l’Unitre sia una grande famiglia. Ha ringraziato Valentini per l’impegno e l’abnegazione dimostrati in queste difficili circostanze superate in tutto o in parte proprio grazie alla stima di cui gode e alla corale disponibilità di tante persone.

Print Friendly

Comments

comments