Fedeltà ai carismi: Carrón e Vergari in dialogo con Morán

Conoscersi per camminare insieme nella Chiesa, ma anche per interrogarsi sulle sfide e sulle opportunità dell'oggi. Se ne parla a Roma, lunedì 29 maggio

0
173

Il dialogo come strumento per conoscersi, stringere relazioni, delineare obiettivi e percorsi comuni. Una nuova volontà di parlarsi, riscoprirsi e lavorare insieme sembra pervadere la Chiesa italiana. «Vivete la collegialità”» ha detto papa Francesco ai membri della Conferenza episcopale italiana, e «Camminate insieme». Un’indicazione che è anche un programma, che il neopresidente della Cei, Gualtiero Bassetti intende far suo. Le parole del papa, ha detto dopo la sua nomina alla guida dei vescovi italiani, sono «la cifra che ci permette di interpretare la realtà con gli occhi e il cuore di Dio».

In questo cammino comune è possibile inquadrare anche l’incontro, organizzato dal Movimento dei Focolari Italia e dal Gruppo editoriale “Città Nuova”, che lunedì 29 maggio, a Roma, vedrà insieme don Julián Carrón (presidente della Fraternità di Comunione e Liberazione), Maria Grazia Vergari (vice presidente adulti di Azione Cattolica) e Jesús Morán (copresidente del Movimento dei Focolari). L’occasione è data dalla presentazione del libro «Fedeltà creativa. La sfida dell’attualizzazione di un carisma», edito da Città Nuova, che comincerà alle 18.00, presso l’Istituto San Leone Magno di Roma (in via Bolzano, 38). Scritto da Mòran, il testo consentirà ai relatori, moderati da Alessandro De Carolis, giornalista di Radio Vaticana, di riflettere insieme sulle sfide, sulle domande, sulle difficoltà e sulle opportunità che vivono i movimenti ecclesiali nel periodo della post-fondazione.

Il suddetto libro, strumento per il comune dialogo, che nasce da un intreccio di circostanze e rapporti con rappresentanti di organismi ecclesiali e culturali, esperti in diversi campi, si riferisce in particolare al «kairos che si sta manifestando all’interno della Chiesa cattolica in questi anni di pontificato di papa Francesco, così pieni di sorprese che inducono decisamente a una nuova speranza e fanno riemergere insospettate energie con quel timbro di novità che solo il Vangelo promette e permette».

Print Friendly

Comments

comments