Maggio, mese mariano e di Prime Comunioni.

A seguito ad alcune richieste di chiarimento pervenute all’Ufficio Liturgico Nazionale della CEI sulla questione della disposizione delle chiese in occasione della celebrazione della “Prima Comunione” dei fanciulli, è stata resa pubblica la risposta della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti.

La domanda sottoposta: È possibile predisporre una tavola con del pane e del vino in mezzo alla Chiesa vicino all’altare o nel presbiterio in occasione della Messa “Nella Cena del Signore” o della prima piena partecipazione all’Eucaristia, detta “prima Comunione”?

La risposta è “no” con giustificazioni ben circostanziate che chiariscono delle pratiche diventate ultimamente fin troppo usuali. Per leggere integralmente le motivazioni, la risposta integrale è disponibile al seguente link.

Print Friendly

Comments

comments

CONDIVIDI
Articolo precedenteCarlo Balelli, obiettivo sulla Fiera del Libro di Torino
Prossimo articoloÈ nata la app di EmmeTv
Sono nato nel 1970. Oltre agli studi musicali presso il Conservatorio Statale di Musica "G.Rossini" di Pesaro e alla laurea in ingegneria, ho conseguito i diplomi al Co.Per.Li.M. e al corso biennale "Giovanni Maria Rossi" per direttore di coro liturgico della Conferenza Episcopale Italiana. Collaboro con la Sezione Musica per la Liturgia dell'Ufficio Liturgico Nazionale della Conferenza Episcopale Italiana. Sono docente dei corsi di Musica Liturgica On Line e del COPERLIM. Sono vicedirettore dell'Ufficio Liturgico della Diocesi di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia. Dal 1993 sono maestro direttore della Cappella Musicale della Cattedrale di Macerata.