C’è un legame speciale e oramai indelebile tra Recanati e il motociclismo che porta il nome del campione mondiale 1982 della classe regina 500 cc, il recanatese Franco Uncini.

Così quando nella città leopardiana si parla di motociclismo tutto assume un sapore autentico ed emerge quella passione radicata nella collettività che solo una vittoria mondiale può lasciare.

Sono passati 35 anni da quando piazza Giacomo Leopardi – inverosimilmente piena di persone – accolse il 1° campione mondiale marchigiano appena incoronato di alloro a Silverstone. Quella grande festa incoronò anche Piazza leopardi come luogo simbolo così, da 33 edizioni, annualmente accoglie centinaia di moto e motociclisti per l’appuntamento con il Motoraduno Nazionale “Città di Recanati” che si è tenuto domenica 30 aprile.

Il motoraduno nazionale organizzato dal locale moto club Franco Uncini anche nel 2017 non ha deluso le aspettative di tanti; motociclisti e appassionati, che hanno invaso l’intera piazza con moto di ogni epoca e di ogni marca regalando un colpo d’occhio unico e sempre atteso dalla città.

Oltre 300 equipaggi provenienti da quasi tutte le regioni d’Italia si sono presentati al 13° appuntamento accolti dal Campione Mondiale Franco Uncini che come 35 anni fa è salito sul palco al centro della piazza per dare il benvenuto ai motociclisti e agli appassionati.

In sella alle moto di ieri e di oggi erano presenti al motoraduno recanatese, tutte le generazioni come se la passione per il motociclismo si leghi al DNA.

L’arrivo delle moto dal primo mattino percorrendo il nuovo selciato storico di Corso Persiani, hanno ben presto riempito l’intero spazio della piazza facendo corona intorno al sommo Poeta Giacomo Leopardi forse stupito dal rumore e da infiniti pistoni.

Il Motoraduno Nazionale “Città di Recanati” è il modo per diffondere, o meglio, mantenere la passione per le due ruote nel nostro territorio. Una passione, secondo Uncini, che può essere ulteriore occasione per far rialzare questa comunità dagli eventi sismici che hanno colpito l’Italia centrale. Ma l’iniziativa a carattere nazionale organizzata dal Moto Club Franco Uncini è anche il momento per aprire la stagione di tanti appassionati che amano viaggiare in sella e inaugurare la stagione agonistica che vede impegnati i piloti del moto club recanatese nelle varie categorie.

Insieme al saluto ai motociclisti intervenuti al raduno di Recanati, Franco Uncini ha rivolto il suo imbocca al lupo a: Lorenzo Baldassarri riconfermato in Moto 2 nel motomondiale 2017, Matteo Baiocco che difenderà il titolo Italiano S.B.K, Federico Fuligni che parteciperà al C.E.V. European Championship Moto 2, Filippo Fuligni che parteciperà al C.E.V Mondiale Junior Moto 3, Mattia Volpi, di soli undici anni, che ben si è comportato nella passata stagione partecipando quest’anno al C.I.V Junior Classe Mini GP 50 e infine tutto il reparto corse del moto club a lui intitolato.

La lunga e rombante carovana di moto, alle 11.45 muovendosi da Recanati a raggiunto Piazza della Madonna a Loreto per ricevere la benedizione di Mons. Giovanni Tonucci e poi concludere l’appuntamento con il pranzo e le premiazioni.

Il Presidente del moto club Franco Uncini Italo Pizzichino  evidentemente soddisfatto per la riuscita dell’iniziativa insieme al suo direttivo e ai tanti volontari, ha ricordato il prossimo appuntamento del 18 giungo a Bolognola.

L’iniziativa è stata patrocinata dal Comune di Recanati, dalla Federazione Italiana Moto e dal CONI.
Passione, memoria, stile di vita, un pizzico di folclore, voglia di viaggiare e stare insieme sono solo alcuni degli ingredienti che permettono ogni anno di radunare centinaia di appassionati motociclisti e non nella città del Campione Mondiale di Motociclismo Franco Uncini.

Print Friendly

Comments

comments