L’opera di Marco Franchini per Passo San Ginesio

In occasione della Pasqua, l'artista di Sant’Angelo in Pontano ha realizzato un affresco nella nicchia del Battistero della Parrocchia di San Michele Arcangelo

0
122

Nella celebrazione della veglia Pasquale del sabato Santo del 15 aprile scorso è stato inaugurato e benedetto l’affresco che il pittore e scultore Marco Franchini di Sant’Angelo in Pontano ha realizzato nella nicchia presso il Battistero della Parrocchia di San Michele Arcangelo, in località Passo San Ginesio.

L’affresco riproduce una serie di colline e montagne verdeggianti, abitazioni e gente sparsa in riferimento ai monti Sibillini, il cielo risulta azzurro luminoso, con poche nuvole di passaggio tipiche del luogo, in basso a destra è stata posta la chiesa Parrocchiale. L’opera donata dall’artista è sfondo del Battistero per cui nel cielo si è voluto inserire l’esigenza nonché l’immagine della mansuetudine: la colomba, che scende dall’alto, dalle regioni celesti, vola su di noi, guarda verso la chiesa per indicare che Dio è l’autore di ogni celebrazione Liturgica e porta la voce del Padre con la quale viene attuata la nostra adozione a figli di Dio.

Dalla montagna scaturisce e scende verso valle una rigogliosa cascata d’acqua, apportatrice di purificazione per la forza dello Spirito Santo, che va a sfociare nella chiesa, dove la comunità cristiana si raduna per celebrare le Meraviglie del Signore, generando nuovi figli di Dio e seguaci di Cristo. La nicchia così decorata accoglie l’immagine della Beata Vergine Maria, venerata con il titolo di Maria Santissima Ausiliatrice: così possiamo ben dire che i nuovi battezzati rinasceranno a vita nuova come figli di Dio e di Maria, Sua e nostra madre.

Print Friendly

Comments

comments