L’Associazione Lo Specchio e Il Circolo di Lettura e Conversazione, con il patrocinio del Comune di Recanati, organizzano la rassegna cinematografica «Cinelinguaggi». L’iniziativa si rinnova con l’intento di puntare lo sguardo e scandagliare immagini del presente e che sono sempre attorno a noi.

Per questo, la scelta è caduta su tre film ben precisi: il 19 aprile tocca a «Il sale della terra» (2014) di Wim Wenders, opera incentrata sulla figura del grande fotografo Sebastião Salgado, che offrirà un forte spunto per riflettere sulla tendenza che, da qualche tempo a questa parte, ci spinge a produrre e diffondere bulimicamente immagini; il 26 aprile tocca a «Le quattro volte» (2010), pluripremiato film di Michelangelo Frammartino, per confrontarsi con uno sguardo nel quale, indagando una semplice realtà calabrese, è possibile cogliere un racconto universale; ad aprire la rassegna però, il 13 aprile (di giovedì, anziché di mercoledì come nelle altre sere), sarà «Locke» (2013) di Steven Knight, una storia minimale estremamente avvincente interpretata da Tom Hardy per esplorare alcune modalità di racconto del cinema di oggi.

Infatti, se l’anno scorso, alla sua prima edizione, «Cinelinguaggi» ha tracciato un percorso per vedere come il cinema si sia andato interrelazionando nel tempo con altri linguaggi artistici, questa volta punta a far vedere (e discutere di) quali possibilità e forme abbia il racconto visuale in questo inizio millennio, dove l’impiego sempre più continuo del digitale ha cambiato radicalmente le carte in tavola, sia per quel che riguarda la realizzazione che la fruizione di immagini, e dove tutti siamo diventati oramai più smaliziati nel nostro rapportarci con loro.

Le proiezioni – ad ingresso gratuito – si terranno presso la sede del Circolo in via Cesare Battisti 26 Recanati.

Print Friendly

Comments

comments