Rifiuti Raee. Le Marche in crescita: +9,5% nel 2016

Pubblicato il “Rapporto Annuale 2016 sul Sistema di Ritiro e Trattamento dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche in Italia”: tra le province marchigiane, Macerata si trova al secondo posto con 5,33 kg per abitante

0
87

La nona edizione del “Rapporto Annuale 2016 sul Sistema di Ritiro e Trattamento dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche in Italia” a cura del Centro di Coordinamento Raee è stata presentata a Milano lo scorso 28 marzo. Il report presenta i dati di raccolta del Paese e analizza i risultati conseguiti nelle singole regioni italiane, tra cui le Marche. Secondo i dati del Centro di Coordinamento Raee, nel 2016 le Marche proseguono il percorso di crescita della raccolta differenziata di Raee registrando un interessante incremento del 9,5%, sebbene in termini di quantitativi raccolti l’aumento risulti ancora contenuto. La Regione si conferma in terza posizione tra le regioni del Centro Italia sia per raccolta assoluta, con 7.927.640 kg di Raee, sia per media pro capite, con 5,14 kg per abitante.

Nel corso del 2016 i Centri di Conferimento, vale a dire le strutture dove i cittadini possono conferire gratuitamente i propri Raee, aumentano dell’11%. Sul territorio marchigiano sono presenti 125 CdR, di cui 102 aperti dalla Distribuzione, e 13 Altri Centri. Rimane invece invariato il numero di 8 Centri di Raccolta ogni 100.000 abitanti, un dato leggermente superiore alla media nazionale di 7 centri/100.000 ab. La classifica dei Raggruppamenti in base ai quali vengono classificate le diverse tipologie di Raee risulta piuttosto omogenea: nell’ordine si trovano R3 (Tv e Monitor) con il 29,2% del totale, R2 (Grandi Bianchi) con il 26,2%, R1 (Freddo e Clima) con il 24,7% e infine R4 (Piccoli Elettrodomestici) con il 19,2%, un dato che lascia spazio a grandi margini di crescita.

Analizzando i risultati delle singole province della Regione Marche, Ancona raccoglie 3.133.673 kg di Raee, seguita da Macerata e Pesaro Urbino con oltre 1 milione e mezzo di kg. Ancona risulta anche la provincia con il miglior tasso di raccolta pro capite, pari a 6,58 kg per abitante. Al secondo posto si trova Macerata con 5,33 kg/ab. e al terzo Pesaro Urbino con 4,43 kg. Nel complesso tutte le province registrano un incremento nel 2016, ad eccezione di Pesaro Urbino (-1,65%). Il quadro cambia se si prende in considerazione il numero di Centri di Raccolta ogni 100.000 abitanti: il primato spetta a Fermo con 14 centri, a cui segue Macerata con 12 centri.

Print Friendly

Comments

comments