Gloria si presenta: «L’anziano è un enciclopedia»

«Ho scelto di partecipare al Servizio Civile nel progetto “Anziano amico saggio” presso la Caritas Diocesana di Macerata, perché penso che tra i giovani e gli anziani possa esserci una trasmissione di conoscenze»

0
214

Mi chiamo Gloria, ho ventuno anni e vivo a Macerata. Ho scelto di partecipare al Servizio Civile nel progetto “Anziano amico saggio” presso la Caritas Diocesana di Macerata, perché penso che tra i giovani e gli anziani possa esserci una trasmissione di conoscenze. L’associazione Reteviva, che si trova presso la parrocchia di Santa Croce, è sensibile al problema delle persone sole ed offre dei servizi per chi è impossibilitato a muoversi a causa di problemi fisici, o per chi non ha nessuno con cui condividere la giornata e mette a disposizione dei locali per far incontrare la gente attraverso attività ricreative. Gli anziani sono come delle ricche enciclopedie: hanno vissuto la loro vita imparando a lavorare, a cucinare, e sono curiosi come bambini.

Ho un carattere allegro e vorrei comunicare alle persone più deboli ed anziane questa visione ottimista della vita. Mi sono interessata agli anziani fin da piccola, forse perché non ho avuto nonni, né figure di riferimento che affettivamente mi sono state vicino.
So stare in gruppo, da bambina giocavo a pallavolo e, all’interno della squadra, avevo il ruolo di battitore. Ho sempre apprezzato “il bello”, tanto da partecipare a concorsi di bellezza e aver fatto la modella in alcune sfilate. I miei passatempi preferiti sono: il disegno, la cucina e il trucco. Mi piace presentare in modo armonioso e creativo tutto quello di cui mi occupo: un piatto ben cucinato, un disegno ricco di particolari ed un viso ben valorizzato dal trucco. Cerco sempre di esercitarmi in queste attività per migliorare.

Ho avuto varie esperienze di lavoro come cameriera, baby sitter ed assistente degli anziani. Ho svolto attività di Volontariato presso la Croce Verde e presso l’Emporio della Solidarietà, dove si distribuiscono viveri attraverso una tessera a punti per le persone indigenti. Per quanto riguarda i miei studi, ho frequentato un corso di operatore domiciliare presso l’Irc di Macerata, un corso di assistente domiciliare presso il Ced ed un tirocinio presso la casa di cura “Villa Cozza”; inoltre ho partecipato ad un corso per Make up Artist presso la “From&job” di Terni. Il guadagno di questa attività mi servirà per portare a compimento i miei studi, per iscrivermi al corso per Oss e per acquistare il kit da truccatrice, e anche per poter essere indipendente dai miei genitori.

Print Friendly

Comments

comments