Aurora Pistolesi alla finalissima delle Olimpiadi di italiano

La diciottenne della V B r del Liceo Classico “Leopardi” di Macerata parteciperà alla finale italiana si svolgerà a Torino il 6 aprile nell'ambito della più ampia iniziativa delle "Giornate della lingua"

0
287
La giovane studentessa Aurora Pistolesi

Si avvia alla fase finale la settima edizione delle Olimpiadi di italiano, l’ormai tradizionale competizione organizzata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. A rappresentare le Marche, Aurora Pistolesi, diciottenne della V B r del Liceo Classico “Leopardi” di Macerata, che si contenderà il titolo nella finale di Torino con i vincitori delle semifinali di ogni regione italiana, tenutesi il 7 marzo. Quest’anno, le scuole iscritte alla manifestazione erano 1.110, per un totale di 57.559 studenti iscritti. Aurora, brillante studentessa dell’ultimo anno del Classico, vincitrice solo qualche giorno fa del Certamen della lingua latina di Ortezzano (leggi qui l’articolo), si presenta sul sito che il Miur dedica all’evento delle Olimpiadi come una ragazza tranquilla, amante della lettura, appassionata di letteratura antica e moderna, già proiettata verso un futuro, che si augura nel settore medico-sanitario.

Le Olimpiadi di italiano sono gare individuali di lingua italiana, rivolte a tutti gli alunni degli istituti secondari di secondo grado (statali e paritari). Quattro le categorie previste: Junior, Senior, Junior-E (esteri) e Senior-E (esteri). Sono distinte in base al livello scolastico dei partecipanti e al contesto d’uso della lingua italiana. La finale italiana si svolgerà a Torino il 6 aprile nell’ambito della più ampia iniziativa delle “Giornate della lingua” che il Ministero dell’Istruzione organizza per celebrare gli anniversari della lingua e della letteratura italiana e per approfondire temi di particolare attualità. Quest’anno, le Olimpiadi sono dedicate al linguista Tullio De Mauro, scomparso il 5 gennaio, presidente della terza edizione delle Olimpiadi di italiano.

Il 5 aprile, giorno dell’apertura a Torino della finale delle Olimpiadi di italiano, l’ex ministro della Pubblica Istruzione e autore del Grande dizionario italiano dell’uso e della Storia linguistica dell’Italia unita sarà ricordato in una tavola rotonda durante la prima delle tre Giornate della lingua italiana. Le Olimpiadi di Italiano sono promosse con la collaborazione del Comune di Firenze, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (Maeci), gli Uffici Scolastici Regionali, l’Accademia della Crusca, l’Associazione per la Storia della Lingua Italiana (Asli), l’Associazione degli Italianisti (Adi) e si svolgono sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Print Friendly

Comments

comments