Andrà in scena nel prossimo week end, venerdì 24 e sabato 25 marzo, nel centro storico di Macerata, presso i locali del LABS e dell’ex Unione Tipografica Operaia, il «Game Labs», il festival di gioco e sul gioco. Articolato in due giornate (a partire dalle 15 per arrivare fino alle 23.30), l’evento si svilupperà attraverso iniziative speciali e gioco libero, tutte ad accesso completamente gratuito.

«Game Labs» nasce come proposta pensata per mettere in primo piano la funzione sociale che può svolgere il gioco, per coinvolgere nuove generazioni in giochi che non siano solo “digitali”, per diffondere attraverso il gioco cultura, libertà e salute. Lo hanno ideato e realizzato il Laboratorio Sociale di Macerata e il Team Stammibene del Dipartimento Dipendenze Patologiche Area Vasta 3 Asur Marche, in collaborazione con diverse associazioni e istituzioni del territorio.

Due le attività parallele previste nel pomeriggio: Board Free Play, ossia gioco libero con decine di giochi da tavola a disposizione di tutti, e Onehour Shot, eventi speciali di un’ora condotti da un facilitatore, master o animatore, che richiedono iscrizione, sempre gratuita, (da fare scrivendo a laboratoriosociale.mc@gmail.com).

Sabaku no Maiku

Nella serata, alle 21.30, ci si sposta all’ex Unione Tipografica Operaia, per due eventi speciali: Play Theatre e Game Talk, contenitore critico finale animato da un ospite speciale: il famoso videogamer e youtuber Sabaku no Maiku.

Questa prima edizione di «Game Labs» deriva anche da come il DDP, con il Laboratorio Sociale, e con svariate altre alleanze, ha affrontato i temi delle dipendenze, in particolare l’emergenza legata al diffondersi del Gioco d’Azzardo Patologico e delle dipendenze digitali (smartphone, social network ecc), creando promozione di divertimento sano e stimolando pensiero vigile e critico riguardo tali nuovi fenomeni e i pericoli ad essi correlati.

Il gioco, quello vero, che richiede abilità, sana competizione, spirito solidale, è contrapposto, ad esempio al gioco d’azzardo, basato sulla fortuna e su intenti venali, ed è un linguaggio fondamentale della vita, che contribuisce in modo determinante e farci crescere e arricchire, a tutte le età. Tuttavia, sa se si pensa al fenomeno dei videogiochi, non possono non saltare in mente anche alcune insidie, per eccesso di tempo e di “immersione” psicologica nei mondi virtuali di titoli famosi.

Allo youtuber Sabaku no Maiku – che con oltre 130 mila iscritti è uno dei videgamer più famosi di Italia – il compito dunque di affrontare la questione. L’intervista all’ospite animerà la prima parte di Game Talk, l’evento finale previsto per sabato alle 21.30; nella seconda parte l’incontro si trasformerà in dibattito dando la parola al pubblico e a altri esperti: l’autore di giochi Simone Luciani, lo psicologo Maurizio Principi e l’ideatrice del metodo ludicità consapevole Alicia Barauskas.

Nella sera di venerdì 24, alle ore 21.30, il Play Theatre sarà invece condotto dal regista Paolo Nanni: sul palco, un modo per giocare con il teatro, coinvolgendo il pubblico nella creazione della storia e dei personaggi.

Game Labs è organizzato con il patrocinio del Comune di Macerata e la collaborazione di: Gruca Onlus, Progetto ALL IN contro l’azzardo patologico, le associazioni Glatad, Scacco Matto, Ottobre, Made Again e la Compagnia Teatrale Calabresi Tema Riuniti. Partner dell’iniziativa sono: Mana Base Giochi di Macerata, Fumetteria 42 di Tolentino, DV Giochi, The Rolling Gamers.

Il programma dell’evento si può consultare aggiornato sul sito StammiBene e sulle pagine social: www.facebook.com/stammibene.info e www.facebook.com/laboratoriosocialemc.

Print Friendly

Comments

comments