Tornano «Le invasioni poetiche» a Recanati

0
121

Il 21 marzo segna non solo l’ingresso della primavera, ma è anche la giornata mondiale dedicata alla poesia. Come è consuetudine, ormai da diversi anni, l’Istituto Comprensivo di Recanati Nicola Badaloni, all’interno del proprio Progetto Lettura di cui il filo conduttore, per questo anno scolastico, è “ Il Territorio”, dedica un ampio spazio a questo avvenimento attraverso le  sue “Invasioni poetiche”.

Il prologo è stato una appassionante lettura nelle scuole e, relativi laboratori, dei versi composti da poeti locali, la novantenne, Naide Papetta Cingolani, Piero Polidori e la sig Roberta Bianchi.

La manifestazione si svolgerà dalle ore 9.30 fino alle 11 e sarà caratterizzata da alcuni momenti salienti: il congiungimento ideale tra la “Casa” del poeta Giacomi Leopardi e la Piazza, attraverso una staffetta poetica che coinvolgerà un gran numero di studenti che, nel centro storico, si passeranno il testimone con i versi da portare alla piazza; il ritrovo degli alunni che confluiranno su Piazza Giacomo Leopardi, un flash mob che vedrà protagonisti tutti i partecipanti ed il saluto con l’ormai tradizionale lancio di palloncini che faranno trasportare nel vento le poesie.

Novità di quest’anno saranno le attività del pomeriggio che dalle 16.30, si svolgeranno nei musei civici di Villa Colloredo Mels. Grazie alla collaborazione fattiva dell’Associazione Spazio Cultura, nella persona di Antonio Perticarini, i ragazzi potranno incontrarsi nel Granaio ed al museo, coniugando poesia e immagini attraverso laboratori creativi guidati dall’illustratore Maurizio Quarello. Nato a Torino, Quarello ha studiato grafica, architettura e illustrazione; le sue creazioni hanno ottenuto numerosi riconoscimenti nazionali ed internazionali, attualmente insegna presso l’Accademia di Belle Arti di Macerata.

I prodotti grafici degli alunni diventeranno a loro volta dei “quadri d’autore” e verranno esposti in un apposito spazio all’interno degli ambienti di Villa Colloredo per essere ammirati dai visitatori. Tutta l’attività è protesa, infatti, a utilizzare le risorse del territorio e per questo ci sarà anche uno spazio dedicato a “Poesie al Museo”.

Nelle varie sale che presentano le opere di grandissimi artisti è stato pensato ad un  percorso reale di avvicinamento al museo, dalle 17 alle 18, aperto alla cittadinanza. Accanto alle opere d’autore ci sarà la lettura tematica di poesie in lingua e vernacolo. Lettori d’eccezione saranno sia gli attori del Teatro Instabile.

Quest’anno anche la realizzazione grafica dei manifesti è stata curata dai docenti del settore, che operano nel Comprensivo Badaloni, rafforzando ancora di più il legame tra Scuola e Territorio.

Print Friendly

Comments

comments