Il Premio Ghergo a Maurizio Galimberti e Alessandro Scattolini

Il riconoscimento intitolato alla memoria del "fotografo dei vip" verrà assegnato sabato 25 marzo all'interno dello Spazio Ghergo, a Montefano, alle ore 18, e coinciderà con l'inaugurazione di una mostra comprendente le opere dei partecipanti al concorso

0
65

Tra i pionieri della fotografia dedicata alla moda e alla pubblicità in Italia, Arturo Ghergo si fece strada nella Roma della prima metà del Novecento grazie alle sue spiccate capacità artistiche. Nato nel 1901 a Montefano, infatti, giunse nella Capitale a 28 anni e, nonostante non fosse in possesso di elevate quantità di denaro riuscì ad aprire uno studio in via Condotti, ancora oggi tra le strade più importanti della città. Montefano dedica al famoso “ritrattista” un premio da assegnare alla carriera e a un giovane talento. Il riconoscimento verrà assegnato sabato 25 marzo rispettivamente a Maurizio Galimberti e ad Alessandro Scattolini. La cerimonia si svolgerà all’interno dello Spazio Ghergo del paese, alle ore 18, e coinciderà con l’inaugurazione di una mostra comprendente le opere dei partecipanti al concorso. L’esposizione resterà aperta fino al 16 luglio con orario 18-20, sabato e prefestivi, 10-12 e 18-20, domenica e festivi. Nel ricordare l’importanza assunta da Ghergo in ambito nazionale basti pensare che tra i suoi “clienti” ci furono numerosi vip dell’epoca, da papa Pio XII ad Alcide De Gasperi, da Sophia Lofren a Gina Lollobrigida, da Vittorio Gassman e Amedeo Nazzari, facendo dell’artista il “fotografo dei vip” per antonomasia.

 

Print Friendly

Comments

comments