Come ogni anno, si rinnova la tradizione a Macerata con i riti religiosi del Venerdì Santo organizzati dalla Venerabile Confraternita del Santo Sepolcro.

D’intesa con la Diocesi e l’Unità pastorale del Centro storico, presso la chiesa del Sacro Cuore venerdì 14 aprile, alle ore 15, verranno rivissute le Tre ore di agonia di Gesù Cristo con la Liturgia della Parola (animata dalla Cappella musicale della Cattedrale di San Giuliano), il commento delle 7 Parole da parte del vescovo Nazzareno Marconi e l’Adorazione della Croce, con Comunione eucaristica e bacio del Cristo Morto.

In serata, alle ore 21, si svolgerà la consueta Processione che, uscendo dalla chiesa, percorrerà corso Cairoli fino all’ospedale civico con la benedizione ai malati, per poi transitare davanti lo Sferisterio e ritornare al Sacro Cuore: ad animare il cammino, a cui prenderanno parte sacerdoti, laici, fedeli e autorità, sarà il complesso bandistico cittadino «Salvadei».

Print Friendly

Comments

comments