Gli studenti del Liceo Leopardi all’Onu

A New York i delegati rappresenteranno la Tanzania e la Tunisia, perorando la causa di queste due nazioni

0
844

Per il terzo anno consecutivo, alcuni alunni fra i più meritevoli del Liceo Classico e Linguistico Leopardi di Macerata, insieme ad una delegazione del Liceo Scientifico di Sarnano e del Liceo Linguistico e delle Scienze Umane di San Ginesio, sono a New York per il progetto Nhsmun (National High School Model United Nations, conosciuto più comunemente come Mun), simulazione dei lavori delle Nazioni Unite. Il 2 marzo gli alunni hanno avuto l’opportunità di mettersi alla prova in una simulazione a Roma presso la Camera dei Deputati, dove si sono distinti per preparazione linguistica ed originalità dei contenuti. Sono stati accompagnati dalle docenti di Inglese Francesca Giorgetti e Maria Luisa Violini.

A New York i delegati rappresenteranno la Tanzania e la Tunisia, perorando la causa di queste due nazioni. La partecipazione degli studenti quest’anno è stata possibile grazie al supporto dello sponsor Galizio Torresi, che per il secondo anno consecutivo ha offerto il proprio sostegno economico, insieme alla manifattura Paoloni di Appignano e all’Antica Gastronomia di Mogliano. Il loro contributo ha permesso di assegnare una borsa di studio, di provvedere al transfert per i lavori di simulazione a Roma e alle tessere individuali Starbucks a New York. Il Mun si svolge ogni anno a New York con la presenza di migliaia di studenti provenienti da tutto il mondo ed è gestito dall’Imuna (International Model United Nations Association). I partecipanti al progetto entreranno nel pieno nei meccanismi dell’Assemblea Generale e vivranno una New York bellissima che li affascinerà, facendo maturare la speranza di ritornarvi un domani, magari con veri incarichi di diplomazia!

Print Friendly

Comments

comments