Donne migranti: l’importanza dell’accoglienza integrata

Il convegno "Gestione integrata dell'accoglienza della donna migrante in italia" si svolgerà domenica 19 marzo, dalle ore 15, presso l'Asilo Ricci di Macerata. L'appuntamento è promosso dal Consiglio delle donne in collaborazione con Comune e Asur

0
212

L’8 marzo è appena passato, ma le attività del Consiglio delle donne di Macerata vanno ben oltre le celebrazioni e si estendono, con una programmazione capillare, durante tutto l’arco dell’anno. Tante le tematiche affrontate e, tra queste, un’attenzione particolare sarà dedicata, domenica 19 marzo, alla situazione sanitaria donne migranti. Presso l‘Asilo Ricci, a partire dalle ore 15, si ritroveranno le rappresentanti del Consiglio, presieduto da Ninfa Contigiani, insieme a esponenti dell’Amministrazione comunale e medici del reparto di ginecologia dell’Ospedale cittadino.

Il convegno, dal titolo “Gestione integrata dell’accoglienza della donna migrante in italia”, vedrà la partecipazione, infatti, durante la prima sessione, dell’assessore regionale Angelo Sciapichetti, del direttore dell’Azienda sanitaria unica regionale, Nadia Storti, del direttore dell’Area Vasta 3, Alessandro Maccioni, e, non ultimo il sindaco di Macerata, Romano Carancini. A seguito della prima parte, “Accoglienza, formazione, integrazione”, dal respiro più istituzionale, l’attenzione verterà su “La medicina delle migrazioni”, con esperti del settore. L’obiettivo è quello di definire un protocollo uniforma di accoglienza in ambito sanitario che possa essere davvero una garanzia di sicurezza per le donne migranti.

Print Friendly

Comments

comments