Arriva in teatro e prosegue fino a maggio il progetto «Incontra l’opera», rivolto agli istituti superiori, in particolare a quelli delle prime due classi. E la buona notizia è che l’iniziativa, nonostante il terremoto che ha coinvolto la provincia maceratese con chiusure prolungate delle scuole ed edifici dichiarati inagibili, è andata avanti grazie alla ferma volontà dell’Associazione, dei dirigenti e professori scolastici che si sono fortemente impegnati per non perdere questa occasione di formazione musicale e crescita culturale, e al contributo di TreValli Cooperlat che sostiene i costi del trasporto dei ragazzi da scuola a teatro. La musica è più forte del terremoto.

Partecipano al progetto l’IPSEOA «Varnelli» e il Liceo Linguistico di Cingoli, l’IIS Filelfo di Tolentino e l’IIS «Gentili» di San Ginesio tra le scuole delle zone più ferite dal sisma. Molto probabile anche l’incontro con l’IIS «Varano» di Camerino. A questi istituti si uniscono l’IPSIA «Corridoni» di Corridonia, l’ITCG «Corridoni» di Civitanova Marche, quelli di Macerata: Liceo Scientifico, Classico e Artistico, l’ITG «Gentili», l’IIS «Ricci», l’ITA «Garibaldi», l’IPS «Pannaggi» e l’ITCAT «Bramante». Da fuori provincia, arriva l’IIS «Einaudi» di Porto Sant’Elpidio, sempre presente negli ultimi anni, con una delegazione di 72 ragazzi.

Dopo una prima fase formata da una lezione in aula tenuta da Gianfranco Stortoni, segretario artistico dell’Associazione Arena Sferisterio, in questi giorni prendere la parola è il direttore artistico Francesco Micheli. Come lo scorso anno, il progetto è strutturato in tre differenti momenti: un incontro introduttivo a scuola, quello nei teatri con il direttore artistico e, infine, la possibilità di partecipare a un’anteprima giovani, a luglio allo Sferisterio.

Nel complesso sono 16 gli Istituti secondari interessati, per un totale di circa 1200 studenti.

Il primo incontro di Micheli, accompagnato dalla pianista Cesarina Compagnoni e dal soprano Emanuela Torresi, si è svolto al Teatro Lauro Rossi di Macerata, sempre in orario scolastico:oggi la replica.

Il progetto dell’Associazione Arena Sferisterio è sostenuto dallo sponsor TreValli Cooperlat che ha aderito convintamente per dare un sostegno a tutti gli studenti, in particolare quelli della zona del cratere che non hanno a disposizione più il teatro cittadino, e ha deciso di contribuire pagando i trasporti dei ragazzi. Dopo le prime due giornate maceratesi, è prevista un’altra settimana a maggio in cui il direttore artistico farà un tour nella provincia che coinvolge le scuole di sette Comuni. Già in programma una data al Teatro Annibal Caro di Civitanova Alta e una al cineteatro Don Bosco di Tolentino. Si sta lavorando, vista l’inagibilità del Marchetti, per portare Incontra l’opera nel Centro Studi di Camerino, per gli allievi dell’Istituto Varano.

Print Friendly

Comments

comments