Macerata nel Patto dei sindaci e nel progetto EU «Life Sec Adapt»

0
73

Il Comune di Macerata ha aderito al nuovo Patto dei sindaci per il clima e l’energia, che vede coinvolte migliaia di autorità locali e regionali impegnate su base volontaria a raggiungere sul proprio territorio gli obiettivi UE per l’energia e il clima.

Nelle Marche sono 12 i comuni aderenti al Patto presentato nei giorni scorsi in Regione, che li vede uniti per ridurre le emissioni di anidride carbonica sul proprio territorio di almeno il 40% entro il 2030, per rafforzare la capacità di adattamento agli inevitabili effetti dei cambiamenti climatici e per garantire ai cittadini l’accesso a un’energia sicura, sostenibile e alla portata di tutti.

“L’adesione del nostro Comune – spiega l’assessore all’Ambiente Mario Iesari – rientra nell’ambito del progetto europeo Life Sec Adapt, di cui Macerata è partner, che porta avanti gli obiettivi UE per il clima e l’energia. Il progetto coinvolge quattro stati europei (Italia, Croazia, Spagna e Grecia), 20 città (12 marchigiane, 6 croate, 1 greca e 1 spagnola) che possono contare su un budget di 3 milioni 300 mila euro nel triennio 2015/2018 per politiche finalizzate ad aumentare la capacità di resilienza ai cambiamenti climatici in atto nelle aree urbane, facilitando così il passaggio verso economie a basso tenore di carbonio. Obiettivo finale del lavoro che abbiamo avviato in partnership con altre città è quello di adottare un piano di adattamento.”

Step di azione di Life Sec Adap sono l’analisi del rischio e della vulnerabilità del territorio con  monitoraggio dei dati climatici per aumentare la consapevolezza dei decisori locali e regionali sull’urgenza e l’importanza di strategie locali di adattamento climatico; l’adozione dei relativi piani con misure concrete, attraverso l’integrazione di piani energetici sostenibili esistenti (SEAP), la cui realizzazione passa anche attraverso una maggiore consapevolezza dei cittadini e la modifica di comportamenti per limitare o evitare ulteriori costi naturali, sociali ed economici dovuti ai cambiamenti climatici; la creazione di un sistema di monitoraggio per verificare costantemente l’impatto delle azioni del progetto e lo stato di avanzamento delle azioni di mitigazione e di adattamento previste.

 

Print Friendly

Comments

comments