Con la «Cittadella della Cultura» le Marche ricordano Luciano Barca

L'inagurazione del progetto da parte del Consiglio regionale delle Marche sarà anche l'occasione per presentare il Fondo librario e carte del giornalista, scrittore, partigiano e politico italiano

0
100

«Rafforzare il legame tra il Consiglio regionale e la cultura». Il presidente Antonio Mastrovincenzo sintetizza così le motivazioni che consentiranno oggi, venerdì 10 marzo, alle ore 15, l’inaugurazione del progetto “Cittadella della Cultura” presso il Palazzo delle Marche di Ancona (in piazza Cavour n. 23). Un’iniziativa nata per rafforzare quel bacino di positività costituite da «una crescita civile, morale ed economica della comunità marchigiana». Oltre a Mastrovincenzo, il Consiglio regionale sarà rappresentato dalla presenza dell’assessore Moreno Pieroni, mentre per il Comune di Ancona parteciperà l’assessore Paolo Marasca, entrambi impegnati nel settore Cultura.

Fabrizio Barca, a sinistra, con Antonio Mastrovincenzo

«La presenza dei soggetti culturali che svolgono una funzione regionale – aggiunge Mastrovincenzo -, tra i quali Amat, Consorzio Marche Spettacolo, Fondazione Marche Cultura e Form, e la nascita del Fondo librario e carte di Luciano Barca rappresentano uno spazio aperto e un’occasione d’iniziativa condivisa, per ribadire il legame inscindibile tra democrazia e cultura». Il ricordo di Luciano Barca, giornalista, scrittore, partigiano e politico italiano, oltre che padre di Fabrizio Barca, economista e politico, Ministro per la coesione territoriale del Governo Monti, sarà uno dei punti centrali dell’appuntamento. La sua presenza nelle Marche sarà illustrata grazie alle testimonianze di Matteo Biscarini e Giorgio Cisbani e agli interventi delle bibliotecarie del Consiglio regionale. Sulle sue “carte” e memorie interverrà, inoltre, anche Florindo Rubettino. Infine, l’evento sarà anche l’occasione per parlare di cultura politica nel progetto “Etica&Economia”, a cura di Maurizio Franzini, e presentare due tesi di dottorato “per un confronto fra la politica di ieri e di oggi”, con la partecipazione di Fabrizio, Federico e Flavia Barca.

Print Friendly

Comments

comments