San Firmano tra fede e storia millenaria

I festeggiamenti civili e religiosi si svolgeranno dall'8 al 19 marzo

0
255

L’edizione 2017 della tradizionale e antica Festa di San Firmano, patrono di Montelupone, offre dall’8 al 19 marzo un programma ricco e variegato, sia sul versante religioso che su quello civile. A San Firmano ci sono le origini ultramillenarie del borgo: la popolazione tutta sente quel luogo, sede dell’Abbazia che ha il sapore e il fascino inconfondibili della Storia e dell’antica religiosità che trasudano dal manufatto, come propria radice.

I festeggiamenti sono dunque religiosi da un lato e campestri dall’altro, a rievocazione dei tanti secoli che hanno visto le genti riunirsi in festa per onorare il grande Santo che, guidando i suoi confratelli secondo la regola benedettina “Ora et labora”, aveva ben prima dell’anno mille bonificato le terre e trasformato in positivo l’economia di quelle terre e le condizioni sociali delle misere popolazioni d’intorno.

La Festa di San Firmano non è dunque una qualsiasi sagra paesana inventata in tempi moderni per un contingente svago del popolo, ma rappresenta la continuazione plurisecolare di una tradizione antica che, nel prenderne coscienza, inorgoglisce la gente e la fa sentire autentica erede di un passato positivo e glorioso, che rinnovi e promuova uno slancio vitale per il presente e per il futuro all’ombra protettiva dell’Abazia.

Print Friendly

Comments

comments