Sono 836 le casette, o meglio le Soluzioni abitative d’emergenza (Sae) che verranno installate nelle Marche per alloggiare i terremotati rimasti senza casa dopo le scosse di agosto e ottobre 2016. Finora ne erano state ordinate 639, con un costo di 80mila euro ciascuna: proprio ieri è partito l’ordine per altre 207 Sae destinate a Pieve Torina. Il dirigente della Protezione civile regionale David Piccinini in una nota Ansa spiega però che «il totale di richieste supera le 2mila casette».

Entro una decina di giorni, inoltre, è previsto l’arrivo delle prime abitazioni attese ad Arquata del Tronto, dove è quasi pronta la prima area della frazione di Pescara. «Nella zona dell’epicentro e in quella montana puntiamo alla consegna delle Sae prima dell’autunno», aggiunge Piccinini, mentre per le altre zone «dobbiamo farcela prima dell’inverno». La Regione tuttavia conta molto sull’acquisizione di nuovi appartamenti, grazie al bando appena emesso dall’Erap.

Print Friendly

Comments

comments