«Le votaziò» di Dante Cecchi al Teatro Don Bosco di Macerata

Domenica 5 marzo, alle ore 17.15, a cura della Compagnia "Fabiano Valenti" di Treia, per la regia di Fabio Macedoni

0
134
La sala del Cine Teatro "Don Bosco" di Macerata

Domenica 5 marzo, alle ore 17.15, al Teatro Don Bosco di Macerata, nuovo appuntamento con la rassegna di teatro dialettale “Il Teatro di Dante Cecchi”, organizzata per celebrare la figura di uomo di teatro dello studioso maceratese dalla Compagnia “Fabiano Valenti” di Treia con il patrocinio del Consiglio Regionale delle Marche, del Comune di Macerata e della Unione Italiana Libero Teatro delle Marche (Uilt). In scena “Le votaziò” per la regia di Fabio Macedoni, la storia di un’elezione politica alla fine degli anni Sessanta.

“Dopo un decennio culminato con la rivoluzione culturale in Europa e non solo – si legge in una nota -, l’appuntamento è più che una semplice competizione elettorale fra la lista della Cerqua e quella della Campana. Dall’uomo sulla luna ai figli dei fiori, da papa Giovanni a Martin Luther King, il decennio che vivono i protagonisti della commedia è, sicuramente, uno di quelli che di più ha cambiato il mondo ed anche ognuno di noi. Questo non è sfuggito a Cecchi che, seppur in maniera sussurrata – continua la nota -, lancia ogni tanto qualche sasso nei pantani degli sterili litigi degli amministratori locali, animosi, protervi, ma alla fine sempre pervasi dal buon senso“.

“Il Teatro di Dante Cecchi” prevede ancora due appuntamenti: il 12 marzo con la compagnia “Giovanni Ginobili” di Petriolo, che si esibirà in “Le pasció d’un curatu de cambagna”; mentre il 19 marzo toccherà alla compagnia “Alternativa” di San Severino Marche chiudere la rassegna con “Lo petrójo”.

«Le Votaziò». Torna in scena la commedia di Dante Cecchi

Print Friendly

Comments

comments