I «gioielli» dell’Atletica Recanati impegnati nelle gare nazionali

La prima atleta a scendere in pista sarà la stella nascente della velocità, quella Melissa Mogliani Tartabini capace di siglare con 7"77 sui 60 metri piani indoor il nuovo Primato Regionale Cadette

0
224
Luca Antonelli e Giovanni Moretti

Marzo impegnativo per l’Atletica Recanati, chiamata con tutti i suoi “gioielli” sul proscenio nazionale. La prima atleta a scendere in pista sarà la stella nascente della velocità, quella Melissa Mogliani Tartabini capace di siglare con 7″77 sui 60 metri piani indoor il nuovo Primato Regionale Cadette. Nel 7° Trofeo “Ai confini delle Marche”, domenica 5 marzo si confronterà con le più forti pari età di: Abruzzo-Basilicata-Campania-Emilia Romagna-Friuli Venezia Giulia-Lazio-Molise-Puglia-Umbria-Veneto-San Marino e provincia di Trento. Quindi sarà la volta dei corridori delle lunghe distanze a cercare gloria al Campionato italiano Individuale e di Società di Corsa Campestre.

Melissa Mogliani Tartabini

Ecco la squadra che sarà al via sui prati di Gubbio, il 12 marzo, cercando di confermarsi fra il gotha della specialità: Allievi – Nicola Bartoli-Pietro Fortuna-Lorenzo Giacò; Juniores – Luca Antonelli-Davide Barone-Nicola Calcabrini; Seniores – Marco Campetti-Stefano Casagrande-Andrea Falasca Zamponi-Mauro Marselletti-Giovanni Moretti-Julius Rono.

Infine, i marciatori che, a Cassino, il 26 marzo, si troveranno impegnati nel Campionato Italiano Individuale della 20 km su strada, gara valida anche come 2ª prova del Campionato italiano di Società. I leopardiani che, già vinsero lo scudetto tricolore assoluto di società nel 2014, dovranno difendere la prima piazza che hanno ottenuto nella gara di esordio della 35 km in quel di Grosseto. Il terzetto che si schiererà ai nastri di partenza sarà composto da: Michele Antonelli, Federico Boldrini e Luca Capogrossi mentre farà il suo esordio nei cadetti Alessandro Tanoni. A tutti il miglior in bocca al lupo sapendo il sudore e l’impegno profuso in tutti gli allenamenti invernali sin qui svolti.

Print Friendly

Comments

comments