Leggera, classica o rock ‘n roll? «Non faccio differenze di generi musicali», ha spiegato oggi, 2 marzo, la pianista Ottavia Maria Maceratini agli studenti che hanno partecipato a Fuori dal Pentagramma, l’appuntamento mattutino organizzato dall’Associazione musicale Appassionata al teatro Lauro Rossi. Un invito, nelle parole di Sergio Benedetti, a essere curiosi e ad avvicinarsi con curiosità anche a stili musicali che non si conoscono.

L’arte va usata nella vita di tutti i giorni, anche per rapportarsi con sé stessi e sentirsi liberi di essere sé stessi. Questo è stato il suggerimento della Maceratini che ha raccontato che della musica classica ama il fatto che non permette di distrarsi da sé: «Ci sono anche spazi di silenzio, in cui la mente scende nel cuore, portandoci a un contatto più profondo con le nostre emozioni. La musica ci insegna ad ascoltare un suono, un brano, una voce che non è quella di una qualche autorità esterna ma di quella del nostro sé più vero. Imparando ad ascoltarmi, imparo ad ascoltare anche chi è attorno a me».

La pianista Maceratini

Del suo percorso umano e professionale la Maceratini ha ricordato il momento in cui ha deciso cosa avrebbe fatto nella vita: «Non avevo in mente fin da subito di andare all’estero ma è accaduto, perché nella vita mi sono lasciata guidare dall’intuizione. È stato un sacrificio allontanarmi, ma la distanza mi ha fatto scoprire la bellezza del mio Paese. Amo le Marche, sono una campanilista sfegatata».

L’incoraggiamento è: per avere risultati mai avuti prima, bisogna fare cose mai fatte, bisogna osare. Gli studenti del Liceo classico linguistico «Giacomo Leopardi» e dell’Istituto istruzione superiore «Giuseppe Garibaldi» di Macerata, accompagnati dai loro insegnanti, hanno partecipato all’incontro dialogando direttamente e a più riprese con la Maceratini. «Non posso che ringraziare i docenti e i dirigenti degli istituti che hanno raccolto il nostro invito», ha commentato Daniela Gasparrini, presidente di Appassionata, «soprattutto in un anno segnato da tante difficoltà». Grazie anche al Comune di Macerata e al vicesindaco Stefania Monteverde per aver reso possibile l’iniziativa mettendo a disposizione il teatro cittadino”.

Stasera, alle 21, il concerto di Ottavia Maria Maceratini: in programma, musiche di Schumann e Chopin.

Print Friendly

Comments

comments