La città di Macerata è il punto di approdo del progetto regionale “Adriatico – culturale creative network”, giunto a conclusione dopo le numerose azioni in campo culturale, creativo e di sviluppo economico realizzate tra il 2015 e il 2016 nella Macroregione Adriatico Ionica. Venerdì 24 e sabato 25 febbraio, il teatro della Filarmonica di Macerata ha ospitato la conferenza internazionale “A Sea of Culture – 2nd step” che, oltre a valutare le esperienze e gli esiti del progetto “Adriatico”, ha anche tracciato le future azioni strategiche da sviluppare attraverso la cooperazione tra le Marche, la Croazia, la Serbia, l’Albania e la Grecia.

Adriatico” è un progetto promosso dalla Regione Marche nell’ambito del programma del Distretto Culturale Evoluto, che vede SVIM Spa quale soggetto capofila, ed il coinvolgimento di imprese ed enti che offrono supporto al settore della cultura, del turismo e del manifatturiero, sostenendo servizi e nuove tecnologie, in un processo di fertilizzazione incrociata. La prima edizione di “A Sea of Culture” si era svolta alla Mole Vanvitelliana di Ancona lo scorso 8 e 9 aprile e già in quell’occasione l’Assessore regionale alla Cultura e Turismo Moreno Pieroni aveva anticipato la conferenza conclusiva a Macerata.

Il meeting internazionale di Macerata mira a rafforzare le connessioni emerse tra gli operatori culturali e turistici, imprenditori creativi e innovativi, istituzioni e autorità locali dell’area Macroregionale,  al fine di condividere anche con i partecipanti le opportunità concrete per la promozione e il miglioramento dell’esperienza culturale all’interno di una rete stabile, favorendo anche nuovi modelli proficui di collaborazione con un particolare focus sui seguenti temi principali: allestimenti museali innovativi, coproduzioni in ambito di festival musicali e teatrali, nuovi modelli per l’accessibilità al patrimonio artistico, nuovi modelli di turismo culturale sostenibile ed esperienziale.

Ad accogliere gli ospiti esteri, in prima linea il sindaco di Macerata Romano Carancini e il vice sindaco e assessore alla Cultura Stefania Monteverde. Per la Regione Marche Riccardo Strano Coordinatore della strategia Adriatico-Ionica e Gianluca Carrabs neo amministratore delegato di Svim Marche Spa e per l‘Università di Macerata il prof. Roberto Perna. L’iniziativa è stata promossa e curata da Regione Marche, Sviluppo Marche Spa, Comune di Macerata e Università di Macerata in collaborazione con Distretto Culturale Evoluto delle Marche e lo spinn-off di UNIMC Play Marche Srl.

“A Sea of Culture” il meeting degli operatori culturali del Mediterraneo

Print Friendly

Comments

comments