L’«Opera totale» di Màlleus presentata al Teatro Litta di Milano

Il concerto multisensoriale per due anni ha registrato il sold out in tutte le date programmate dal Maestro a Villa Colloredo Mels e nel Castello Malleus, a Recanati. Per consentire a un più ampio bacino di pubblico di partecipare all’esperienza, l’iniziativa verrà riproposta mensilmente nel Capoluogo lombardo a partire da giovedì 23 marzo

0
163

Dopo il grande successo registrato dal concerto multisensoriale “Opera totale” di Màlleus, a Recanati, che per due anni ha registrato il sold out in tutte le date programmate dal Maestro recanatese a Villa Colloredo Mels e nel Castello Malleus sede del suo scriptorium di amanuensi, l’evento è stato presentato con successo a Milano al Teatro Litta. In sala una selezionata platea di operatori del benessere, produttori musicali e artistici, oltre che il sindaco di Recanati Francesco Fiordomo. Tutto prende vita dalla composizione di Màlleus frutto delle forti motivazioni spirituali che ne hanno determinato la genesi e il suo grande potere emozionale. Una creazione senza tempo e indefinibile nel suo genere musicale, che lo stesso autore ha registrato nei suoi Studi di Recanati in due anni consecutivi di lavorazione, coinvolgendo nelle registrazioni più di 200 persone tra gruppi corali, musicisti, attori e, date le profonde implicazioni interiori, anche gruppi di ricerca spirituale.

Il M° Malleus e il sindaco Fiordomo

Un’opera imponente, della durata di un’ora, che utilizza la tecnologia Dolby Surround 5.1 Meyer Sound (fornita dalla Eko Music Group) integrata dalla straordinaria prestazione del computer “Fairlight serie III”, che con i suoi 40mila suoni archiviati, ha consentito di dotare il progetto di una tridimensionalità filmica della musica che però non potrà essere assolutamente riprodotta in sala con musicisti dal vivo. Ad accentuare l’unicità e la valenza multi-sensoriale dell’evento, illuminato esclusivamente da un lume di candela, una geniale invenzione del M° Màlleus ha consentito ad un determinato punto della partitura musicale la diffusione di essenze, profumi e odori. La distillazione dei profumi è opera di maestri profumieri italiani e francesi e la loro effusione si alterna a quella di odori realistici, espandendo la scenografia olfattiva dello spettacolo, veicolando tutte le sensazioni verso un’intensa, indimenticabile esperienza interiore.

Per consentire a un più ampio bacino di pubblico di partecipare all’esperienza, l’iniziativa verrà riproposta mensilmente, giovedì 23 marzo e 20 aprile, sempre al Teatro Litta, e, da settembre, presso il Teatro Verdi di Milano. Per informazioni e prenotazioni on-line: www.operatotale.it.

Print Friendly

Comments

comments