Recanati, numeri in crescita per la biblioteca comunale

0
78

Biblioteca sempre più frequentata e con numeri che continuano la loro salita: anche il 2016 appena alle spalle fornisce una lettura di questo servizio sicuramente vincente, una presenza, soprattutto tra i più giovani, ormai consolidata nella realtà locale.

«Sono molto soddisfatta della crescita della nostra Biblioteca Comunale, vero cuore pulsante e cultura della comunità cittadina»: ad affermarlo è l’assessore alle Culture e Pubblica istruzione, Rita Soccio. «Fin dall’inizio del mio mandato – prosegue -, ho sempre sostenuto e cercato di implementare questa importante istituzione pubblica con l’attivazione di nuovi progetti e riorganizzando gli spazi con il prezioso aiuto del personale interno. Insieme siamo costantemente impegnati per promuovere la biblioteca come fattore imprescindibile per il benessere e lo sviluppo di una società sana e consapevole».

L’assessore alle Culture Rita Soccio

Un rapido confronto con l’anno precedente analizza numericamente il fenomeno: sono stati 12868 le presenze con un ragguardevole + 2334 ( circa +18%), il cui aumento è dovuto in maniera particolare agli studenti che sono stati 6381 (+ 1403 rispetto al 2015). A significare che i giovani hanno individuato nella biblioteca non solo un luogo di studio ma anche di incontro, di socializzazione e amicizia, lo dimostra poi il fatto che la voce «studenti» non è riferita soltanto alla fascia che comprende gli universitari ma anche ai ragazzi delle scuole medie superiori di primo e secondo grado. Aumento anche per la fascia degli «0-6» che sono i bambini in età prescolare (+70 unità); crescono anche gli utenti inseriti nella categoria «Altro» (circa +700) ovvero coloro che svolgono professioni non rientranti nelle categorie di operai, casalinghe, pensionati, impiegati e docenti .

Altro dato significativo è che tra i 4493 prestiti ce ne sono ben 1840 destinati a bambini e ragazzi, grazie anche alle iniziative legate a Nati per Leggere ormai diventate stabili: «Letture in braccio» (0-3 anni); «Letture ad alta voce» (3-6 anni); «Alchimia di latte e parole» a sostegno dell’allattamento in collaborazione con gli operatori sanitari del Consultorio. Durante le quali le presenze di bambini sono quantificabili in una media di circa 15 unità,a loro vanno aggiunti gli accompagnatori che sono figure familiari come genitori e nonni. Tra le altre attività della biblioteca si annoverano inoltre i corsi di alfabetizzazione «Impariamo insieme l’Italiano», rivolto in modo particolare agli stranieri, e di informatica «Impara a navigare nell’informazione». Alto il consenso per il servizio interbibliotecario: all’utente si offre la possibilità di avere un titolo che non si possiede in biblioteca, lo si richiede ad un’altra poi una volta che il lettore lo ha tenuto per 30 giorni, lo si rispedisce alla biblioteca prestante.

Il servizio funziona non solo in entrata ma anche in uscita da quella di Recanati. Le richieste sono state 109, 25 in più rispetto a quelle del 2015. L’ampliamento di orario con l’apertura a tutti i pomeriggi (da lunedì al venerdì dalle ore 15.30 alle 19) che si è aggiunto a quello del mattino (da lunedì a sabato dalle ore 9 alle ore 13) ha comportato un livellamento di presenze tra mattino e pomeriggio prima assolutamente asimmetrico. Ciò conferma che le richieste che provenivano nei confronti di un’apertura maggiore del servizio trovino riscontro nei numeri registrati. Un aspetto da non tralasciare, infine, è legato al fatto che sull’aumento costante delle presenze dal mese di settembre 2016 in poi (più di 1000 presenze al mese) sembrano non aver influito i lavori di sistemazione del centro storico e la successiva pedonalizzazione, nel senso che l’accesso alla biblioteca non è stato demotivato alla frequenza.

Print Friendly

Comments

comments