Venerdì 10 febbraio, presso l’affollata sala ex cinema dello Sferisterio, il Rotary Club Macerata ha inaugurato il 27° Anno Accademico dell’Università di tutte le età. A tenere la relazione di prolusione il rettore dell’Università di Macerata, Francesco Adornato, che si è detto emozionato e inorgoglito del compito affidatogli. Adornato ha ricordato la corsa contro il tempo per rinnovare il patto sui prezzi dei prodotti agricoli in seno alla Comunità Europea del 1964, momento in cui i ministri dell’agricoltura dell’epoca fermarono gli orologi prima che scattasse la mezzanotte e rimasero in consesso fino al raggiungimento dell’accordo. Attraverso questo racconto, l’obiettivo è stato quello di ricordare che la forza di volontà e la coesione sono elementi irrinunciabili, valori fondamentali per l’intera collettività.

Queste importanti caratteristiche sono presenti anche nel progetto formativo del Rotary Club e nell’ampio ventaglio di proposte da esso presentate, iniziando dal corso aperto e gratuito sull’assistenza ai malati di demenza e Alzheimer che si svolgerà a partire dal prossimo mese di marzo. “Una risposta concreta a un’esigenza reale”, ha sottolineato Marco Meldolesi, presidente del Rotary Club di Macerata, secondo quel principio di sussidiarietà orizzontale individuabile fra l’Università per tutte le età e le altre istituzioni formative. Macerata, infatti, secondo le parole del suo assessore alle politiche giovanili Federica Curzi, è città della formazione, ed essa è un’azione di fondamentale importanza, secondo la visione del governatore del Distretto Rotary 2090 Paolo Raschiatore: l’opportunità di una formazione è centrale non soltanto in quelle aree del mondo meno fortunate, in cui essa offre l’opportunità di affrancarsi dalla povertà e dal degrado, ma anche nei luoghi più fortunati che però sono colpiti da momenti di profonda crisi, come quello che l’Italia sta affrontando in questo particolare frangente storico. In ottica di cooperazione nel sociale il Rotary di Macerata sta stringendo accordi con l‘Anffas, presieduta da Marco Scarponi, anch’egli presente all’evento. La volontà del Club è quella di proporre azioni che mettano al centro la persona e i suoi bisogni, sempre nell’ottica dell’amicizia e della convivialità, caratteristiche che contraddistinguono l’Università per tutte le età.

Il Rotary vede in media la partecipazione di oltre 300 corsisti l’anno, perciò si vede soddisfatta delle sue molteplici attività. È la sede di via Roma a Macerata ad accogliere l’attività formativa del Club, luogo con un comodo parcheggio a disposizione e aule adeguatamente attrezzate. Per maggiori informazioni, chiamare la segreteria dell’associazione al numero 0733 235200 o scrivere all’indirizzo e-mail: segreteria@rotarymacerata.it.

Print Friendly

Comments

comments