Crisi occupazionale e politiche del lavoro, ma anche tenuta sociale, partecipazione e bene comune. Di questi temi si parlerà domani, venerdì 17 febbraio alle 21.15 presso il Centro culturale polivalente di Macerata, in via Verdi, all’incontro pubblico «Liberiamo il lavoro. Questione sociale, economia civile e politica partecipata». L’incontro è organizzato dall’associazione culturale Agorà – Scuola di partecipazione e dal Mppu (Movimento politico per l’unità), con la collaborazione del CSV Marche (Centro servizi per il volontariato).

Ad introdurre il dibattito sarà la relazione del politologo e scrittore Alberto Lo Presti, docente di Teoria Politica ed Etica sociale all’Istituto universitario Sophia di Loppiano-Firenze, nonchè curatore del libro «La questione operaia ed il cristianesimo” (Città Nuova editrice, Roma, 2016). Seguiranno poi gli interventi di Silvia Spinaci, responsabile della Cisl di Macerata, Romano Ruffini, imprenditore civile, e Franco Biancofiore dell’Ufficio diocesano per i Problemi sociali e il Lavoro. Quindi, il dibattito con i presenti.

«L’iniziativa – spiega Silvio Minnetti, presidente dell’associazione Agorà e del Mppu Italia – vuole affrontare la più grave questione sociale del momento, ovvero la mancanza di lavoro, soprattutto per i giovani. Un dramma, all’interno della crisi economica, finanziaria e politica della globalizzazione, che va affrontato con un patto sociale ampio tra imprenditori e lavoratori, amministratori locali e parlamentari, Terzo Settore e società civile organizzata».

Print Friendly

Comments

comments