Durante l’ultima riunione del C9, che si è concluso ieri, 15 febbraio, «è proseguita la discussione sulla Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli (Propaganda Fide); la Congregazione per le Chiese Orientali; il Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso». A riferirlo ai giornalisti, durante il consueto briefing, è stata la vicedirettrice della Sala Stampa della Santa Sede, Paloma Garcia Ovejero.

I cardinali che affiancano il Papa nella sua opera di riforma, ha proseguito, «hanno cominciato ad esaminare la “diaconia della giustizia”, e perciò un tempo consistente è stato dedicato ai Tribunali: Penitenzieria Apostolica, Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica e Tribunale della Rota Romana». Allo studio del Consiglio, in questi giorni, anche «il processo per la selezione di candidati all’episcopato». Il cardinale George Pell, inoltre, «ha riferito sul lavoro della Segreteria per l’Economia, a lui affidata, per la piena attuazione della riforma economica richiesta dal Santo Padre, con particolare attenzione all’attività di formazione del personale e alle risorse umane».

Il prefetto della Segreteria per la Comunicazione, monsignor Dario Edoardo Viganò, ha presentato invece «lo stato attuale della riforma della comunicazione della Santa Sede, ovvero l’avvenuto accorpamento della Radio Vaticana e del Centro televisivo vaticano nel dicastero a lui affidato». Sono stati avviati «incontri di lavoro» con la Segreteria di Stato, la Segreteria per l’Economia, l’Apsa e l’Ufficio del Lavoro «per accompagnare questa nuova fase della riforma», ed è stato presentato «il piano per ristrutturare le frequenze radio e le nuove “policy’ per il mondo dei social network». Si è riflettuto, infine, “sul progetto per l’avvio della riforma della Libreria editrice vaticana».

La prossima riunione del Consiglio di Cardinali avrà luogo nei giorni 24, 25 e 26 aprile 2017, ha quindi annunciato Garcia Ovejero, ricordando che il C9 si è riunito con il Santo Padre per tre giorni, a partire da lunedì scorso, alla presenza di tutti i membri del Consiglio. Il Papa è stato assente lunedì nella seconda parte della mattinata per la visita «ad Limina» dei vescovi di Costa Rica e per l’udienza generale del mercoledì mattina. Lunedì e martedì i cardinali hanno concelebrato la Messa con il Papa, ed il 13 febbraio, dopo le prime consultazioni, i cardinali hanno rilasciato una dichiarazione in cui ribadivano il loro «pieno appoggio all’opera del Papa», assicurandogli «adesione e sostegno pieni».

Print Friendly

Comments

comments