Corso di scacchi per bambini e adulti con Iris

Inizio dal prossimo 20 febbraio, dalle ore 18.30 alle ore 19.45, presso il Circolo “B. Gigli”

0
111

Dopo il recente avvio del corso dedicato all’arte, dal prossimo 20 febbraio, dalle ore 18.30 alle ore 19.45, presso il Circolo “B. Gigli” di Recanati, l’Associazione culturale Iris propone un nuovo percorso dedicato alla conoscenza base degli scacchi e delle fondamentali strategie di gioco. La proposta, arrivata direttamente da Vincenzo Bondanese, socio dell’associazione, professore e istruttore di base nelle scuole addestrato al gioco degli scacchi dalla Federazione Scacchi Italiana, diverrà fattibile grazie alla collaborazione con l’A.D. Circolo Dorico Scacchi di Ancona per mezzo del suo presidente, l’ing. Lorenzo Antonelli.

Una nuova sfida, quindi, per Iris che, certa dell’interesse che tale proposta riscontrerà, intende sottolineare come ogni percorso nasca da una comune scelta nonché da intenti condivisi al fine di diffondere capillarmente tra giovani e adulti temi e attività tali da stimolare in qualche modo particolari capacità e talenti. Come spiega il professor Bondanese, in occasione della presentazione di un progetto parallelo presso una scuola di Osimo, «l’apprendimento del gioco degli scacchi rappresenta un mezzo per facilitare la maturazione dello studente e per accelerare la crescita delle facoltà logiche, divertendolo nello stesso tempo. La pratica di questa disciplina permette di acquisire una più profonda capacità di concentrazione e – aggiunge -, senza sforzo, permette di potenziare le caratteristiche elaborative del cervello, con benefici in altri campi come lavoro e scuola. Favorisce nell’allievo, inoltre, la formazione della coscienza sociale attraverso il rispetto delle regole, l’accrescimento della correttezza, il rispetto dell’avversario, l’accettazione della sconfitta e l’adattamento alla realtà».

Per informazioni e iscrizioni: associazioneculturaleiris@gmail.com; pagina Facebook Associazione culturale Iris o contattare il numero 339 3798213 (Paola).

Print Friendly

Comments

comments