Primo evento, l’8 febbraio, della nuova rassegna “Il Museo… fuori di sé!”. Sessanta studenti delle classi seconde della Scuola secondaria di primo grado “Fermi” di Macerata hanno partecipato al laboratorio di educazione visiva del Museo della Scuola “Paolo e Ornella Ricca”, condotto dal professor Juri Meda (Università degli Studi di Macerata) in collaborazione con la professoressa Valeria Luzi (Ic «Fermi»). L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle attività previste all’interno della Settimana Culturale dell’Istituto Comprensivo “Fermi”.

Il format di questo laboratorio è stato elaborato dalla Commissione didattica del Museo della Scuola “Paolo e Ornella Ricca” in collaborazione con un team di insegnanti della “Fermi” impegnati nella realizzazione del progetto d’istituto “SofFERMIamoci sul paesaggio: un viaggio tra cielo e terra per scoprire il paesaggio che è dentro ciascuno di noi” per l’anno scolastico 2016-2017. Il professor Meda ha proposto una riflessione preliminare sul concetto di immagine e sul peso che essa ha esattamente al pari delle parole, motivo per cui occorre utilizzarla con attenzione; quindi, ha indicato ai ragazzi alcuni strumenti per analizzare e interpretare correttamente le vecchie fotografie. La professoressa Luzi ha presentato agli studenti una selezione di panorami maceratesi tratti dalla straordinaria raccolta fotografica di Carlo Balelli, conservata presso la Biblioteca Mozzi-Borgetti.

Le fotografie ritraevano alcuni luoghi di Macerata oggi inevitabilmente cambiati, che i ragazzi hanno riconosciuto e datato grazie agli strumenti forniti dai docenti. Il progetto proseguirà nelle prossime settimana con la collaborazione della professoressa Marta Brunelli (per la parte pedagogica) e della dottoressa Lucia Paciaroni (per la parte fotografica) e culminerà nella realizzazione da parte delle classi coinvolte di mash-up fotografici che sovrappongano gli scatti del Balelli ad altri ritraenti l’attuale aspetto degli spazi cittadini in essi raffigurati. «Un’esperienza di collaborazione molto importante tra docenti e ricercatori del Museo e gli insegnanti volta ad una progettazione condivisa – commenta la professoressa Anna Ascenzi, direttore del Museo della scuola – Il Museo intende sviluppare questa collaborazione per avviare progetti didattici e percorsi di ricerca – azione con le scuole e i docenti del territorio».

Il Museo della scuola al festival della scienza di Fermo

Museo della scuola: le attività riprenderanno il 23 gennaio

Grande successo per la festa d’apertura del Museo della Scuola