«Comunicare è una conquista più umana che tecnologica»

Una riflessione a margine del messaggio di papa Francesco per la 51ª Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali

0
370

I mezzi di comunicazione, da tempo, svolgono un ruolo molto importante all’interno della nostra vita quotidiana. Grazie allo sviluppo tecnologico si possono condividere e diffondere molteplici informazioni. Papa Francesco, nel messaggio dedicato alla 51ª Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, esorta ad avere una comunicazione costruttiva, dove si spezza il circolo vizioso dell’angoscia e ci aiuti ad oltrepassare quella sensazione in cui il male non conosce limiti. La realtà possiede diversi significati e per decifrarla occorre avere gli occhiali. Proprio grazie al tipo di lenti che scegliamo, possiamo comprendere il senso del reale.

Un ulteriore elemento è il Vangelo e “La Buona Notizia”. La nostra religione ci insegna che non siamo soli, perché il Padre non dimentica i suoi figli ed è per questo che dice “Non temere io sono con te”. La Comunicazione ha il potere di creare i ponti con gli altri, arricchendo in questo modo la società. Occorre pertanto comunicare attraverso la Misericordia. La prima forma di comunicazione avviene nel grembo materno e la famiglia svolge un ruolo fondamentale; infatti, un bambino che sa ascoltare e avere un dialogo rispettoso, in futuro diventerà un costruttore di dialogo e riconciliazione. Comunicare è una conquista più umana che tecnologica e dunque bisogna utilizzare i mezzi di comunicazione per trasmettere a tutti la bellezza di Dio.

Print Friendly

Comments

comments