La storia di Roberta Vitali e Valentino Nobili, sposi e genitori speciali della Casa famiglia «Nostra Signora della Pace» di Tolentino ha commosso tutti nel Maceratese, non lasciando indifferenti chi, in questi mesi difficili, si trova a dover reagire e a “reinventare” la propria vita di fronte a quello scomodo co-inquilino chiamato terremoto.

Emmausonline ha incontrato Valentino subito dopo il trasferimento della sua famiglia dalla struttura situata a Sant’Andrea, lesionata dalle scosse del sisma, alla Domus San Giuliano di Macerata (leggi Qui il servizio), grazie all’interessamento del vescovo diocesano, monsignor Nazzareno Marconi. Da accoglienti ad accolti, dunque, sperimentando una provvisorietà imprevista eppure foriera di nuove attese.

Valentino e Roberta con i loro figli, naturali e adottati, assieme agli ospiti della Casa famiglia «Nostra Signora della Pace»

Alla vigilia delle feste natalizie anche Tv2000, l’emittente della Conferenza episcopale italiana, ha fatto tappa a Macerata per raccontare attraverso il servizio di Nicola Ferrante diffuso via Web in questi giorni la situazione in cui ora vive questa piccola, grande realtà della Comunità Papa Giovanni XIII.

Un “microcosmo” familiare di sorrisi e regole, di entusiasmo e dialogo, impegnato a gestire orari dei figli, scadenze domestiche e una quotidianità lavorativa stravolta, ma pur sempre animata da quella fede indistruttibile con cui questa coppia, dopo l’esperienza in Bolivia, ha deciso di proseguire la propria «missione» in Italia.

Nonostante la terra non smetta di tremare, rendendo sempre più difficoltoso il ritorno alla normalità per molti degli abitanti marchigiani, il 2017 si apre comunque con la speranza e per quanti volessero sostenerne la “rinascita” è stata già attivata una raccolta fondi a favore della famiglia terremotata. Affinchè la solidarietà possa essere sempre, ovunque e comunque, di casa.

Print Friendly

Comments

comments