«Abbiamo già vinto avendo Peter Greenaway qui con noi». Queste le parole del sindaco di di Recanati Francesco Fiordomo nell’incontro che si è svolto alla presenza del regista, pittore e sceneggiatore gallese coinvolto nel progetto di candidatura a capitale italiana della cultura 2018. Greenaway è considerato uno dei più significativi cineasti britannici contemporanei e occupa di diritto un posto centrale nel dibattito sul cinema d’autore. Il suo contributo arricchisce e valorizza ancor di più l’ambizioso progetto sostenuto dalla Regione Marche.

Il regista Peter Greenaway

Peter Greenaway ha visitato il colle leopardiano apprezzando tutte le sue eccellenze rese ancora più suggestive dalla neve e ha evidenziato la dimensione comunitaria di Recanati e l’importanza dei rapporti umani. «Conoscevo sia Lorenzo Lotto che Giacomo Leopardi ma non il loro luogo di origine – ha detto l’artista gallese -, questa città mi ha dato immediatamente impressioni positive. E tempo di iniziare a sognare, immaginare e creare e mi auguro di realizzare qualcosa di gratificante che possa valorizzare i tanti personaggi importanti di questi luoghi e tutta questa terra e comunità. Intendo dare una visione contemporanea legata al mondo della tecnologia. Oggi viviamo con una generazione computerizzata e intendo far dialogare un patrimonio tradizionale con la cultura contemporanea».

Recanati, candidata a capitale della cultura italiana per il 2018 assieme ad altre nove città da Trento a Palermo, è reduce dall’audizione che si è svolta al Ministero di Roma. La commissione giudicatrice è al lavoro e comunicherà la vincitrice il 31 gennaio.

Print Friendly

Comments

comments