Si sono chiusi solo a mezzanotte i cancelli del Liceo Classico “Leopardi” venerdì 13 gennaio: la scuola ha ospitato per tutta la giornata iniziative per celebrare la Notte nazionale del Liceo Classico, a cui hanno aderito quasi 400 licei di tutta Italia. Il Classico di Macerata, illuminato a festa da uno spettacolo di luci, ha deciso quest’anno di celebrare la cultura classica dedicando l’evento al tema delle “metamorfosi”.

Nel pomeriggio, la professoressa Laura Crucianelli ha tenuto una conferenza dal titolo: “Nec verbum verbo”; l’attrice francese Cathy Marchand (leggi qui l’articolo), al termine di uno stage con i giovani allievi del liceo, ha parlato della sua esperienza teatrale. Nella serata, dopo il saluto della dirigente Annamaria Marcantonelli, i ragazzi del liceo hanno messo in scena uno spettacolo di lettura, musica e recitazione sui miti delle “Metamorfosi” di Ovidio; sono intervenuti il Rettore dell’Università degli Studi di Macerata Francesco Adornato, il sindaco di Macerata Romano Carancini, il vicesindaco Stefania Monteverde, che, insieme ad un pubblico numeroso, hanno assistito alla lettura dei miti di Apollo e Dafne, Narciso, Aracne, Piramo e Tisbe, Filemone e Bauci, Pigmalione. La serata si è conclusa fra gli applausi, per la bravura dei ragazzi guidati dal regista Sauro Savelli e per la magia dei versi del poeta Ovidio.

Print Friendly

Comments

comments