Prenderà il via il 14 gennaio il progetto «Famiglia al centro», alla Casa per Ferie Redemptoris Mater di Loreto, volto sia alla formazione di famiglie che intendono impegnarsi nel costituendo Centro, che sta nascendo, sempre nella città mariana, sostenuto da varie associazioni, che vuole essere una “casa per la famiglia” dove poter trovare accoglienza, aiuto e risorse per riscoprire quel potenziale di vita, di forza persuasiva, di testimonianza e di valori autentici propri della famiglia stessa, sia diretto ai genitori, con la Scuola per genitori – giunta alla quinta edizione – aperta a tutto il territorio.

Il progetto, approvato e finanziato dal Centro Servizi del Volontariato Marche, è promosso da Azione per Famiglie Nuove Marche – onlus ed è realizzato in collaborazione con il comune di Loreto, il Forum delle Associazioni Familiari Regione Marche e la Confederazione Italiana dei Consultori Familiari di Ispirazione Cristiana Onlus Regione Marche. I promotori del progetto spiegano che «l’esperienza che abbiamo maturato in questi anni a contatto con le famiglie del territorio marchigiano ci ha fatto capire, in modo drammaticamente chiaro, che esse stanno vivendo un momento di profonda difficoltà: difficoltà relazionali e comunicative, svilimento del ruolo educativo, difficoltà intergenerazionali e, non da ultimo, la grave crisi economica del momento, che ha causato un aumento esponenziale dei nuclei familiari in povertà. Se è vero che la famiglia è il motore di una società spesso disorientata, è necessario allora che essa sia messa in condizioni di essere tale». Alla famiglia “ondeggiante” del terzo millennio, infatti, vanno forniti «gli aiuti e gli strumenti necessari perché possa crescere, alimentarsi e rasserenarsi. Questo – proseguono i referenti – ci rende consapevoli dell’importanza di formare urgentemente volontari che possono, poi, offrire a loro volta ascolto, aiuto e sostegno a tutte le famiglie del nostro territorio nelle loro fragilità, come suggerisce con forza papa Francesco nell’esortazione apostolica post-sinodale “Amoris Laetitia” (numero 204)». Le famiglie formate potranno operare nel Centro per la famiglia che sta nascendo a Loreto, su iniziativa del Comune, e nelle loro comunità parrocchiali. Il Centro potrà poi essere utile anche per dare una migliore stabilità e continuità alla Scuola per Genitori, organizzata da Azione per Famiglie Nuove insieme ad altre associazioni di volontariato, e con il sostegno comune di Loreto, che ha accompagnato e guidato molte famiglie ed è diventata una tappa annuale di un percorso formativa per tante famiglie, essenzialmente giovani.

Nel Centro, sostenuto da varie associazioni, opereranno figure professionali ed operatori volontari che hanno maturato, in questi anni una forte competenza nel sostegno alle famiglie. Riteniamo perciò essenziale che tutti i volontari siano formati sulle tematiche familiari attuali. Il percorso formativo intende formare famiglie e singoli, con titoli utili ad operare nel centro in grado di gestire l’ascolto delle famiglie in difficoltà che accedono al Centro, ed essere punti di riferimento per le famiglie nelle comunità in cui vivono.
Il progetto prenderà avvio a partire da questo mese di gennaio per concludersi a giugno prossimo; è previsto anche un evento finale, ovvero una settimana di vacanze per Famiglie a San Martino di Castrozza, dal 30 luglio al 7 agosto, presso Hotel Des Alpes. Il coordinamento di tutta l’iniziativa è affidato alla famiglia di Rita e Salvatore Ventriglia, professionisti esperti nelle dinamiche di coppia.

Per quanto riguarda invece la Scuola per genitori, ogni incontro avrà l’impostazione sotto descritta, tranne l’ultimo che è riservato alle famiglie che hanno dato o daranno la disponibilità a fare accoglienza nel costituendo Centro di Loreto. Il corso si articolerà in due momenti, con una frequenza obbligatoria per coloro che intendono impegnarsi nel detto Centro. La prima parte si svolgerà il sabato pomeriggio dalle ore 15.30 alle 19.30 solamente per coloro che intendono impegnarsi a fare la prima accoglienza nel Centro famiglia e nelle loro comunità; saranno ammesse sia coppie che singoli con specifici titoli nel servizio al centro (medici, psicologi e altro). Il secondo momento è previsto per la domenica mattina, dalle ore 10 alle 13. Il corso si apre alla città e alla Regione: in programma anche il pranzo insieme e la Santa Messa.

Al termine del corso, a quanti avranno partecipato verrà rilasciato un attestato a firma degli Enti che hanno organizzato il Corso con le ore di presenza effettuate; ai partecipanti verrà chiesto un contributo volontario per la partecipazione di 20 euro per nucleo familiare.
Tutti gli incontri di formazione prevedono un programma per i bambini. Per informazioni e adesioni: Mara e Paolo Perticaroli (340 2211296).

Print Friendly

Comments

comments