La Coldiretti Provinciale di Macerata ha celebrato domenica 18 dicembre la 66ª Giornata di ringraziamento (leggi qui l’articolo), scegliendo come sede Camerino, quale segno di attenzione e solidarietà con le popolazioni colpite dal terremoto. L’assemblea, presieduta dall’Arcivescovo della diocesi di Camerino mons. Francesco Giovanni Brugnaro, presenti i Dirigenti Provinciali Coldiretti, tra cui il presidente Francesco Fucili e direttore Giordano Nasini con il personale dei vari Servizi, i tre parroci della città e il cons. ecclesiastico don Giuseppe Branchesi, si è svolta presso la tensostruttura situata in località le Mosse. Molti i partecipanti allietati dal coro dei bambini che ha eseguito i canti di Natale.

In riferimento all’Anno dei legumi indetto dall’Onu per il 2016, la CEI per questo evento ha stilato un suo adeguato messaggio sulla bontà di questi cibi e della utilità per la sana coltivazione della terra. All’offertorio, dei bambini hanno portato in dono un agnellino; poi sono seguiti doni dei frutti della terra, da parte delle varie delegazioni Coldiretti della provincia. Al termine della Messa, il presidente Fucili, come gesto significativo, ha donato tre presepi ad altrettante famiglie di sfollati e ha rivolto il suo saluto augurale per il Natale e il nuovo anno pensando al primo “sfollato”, non per terremoto ma per prepotenza, Gesù di Bathlem. Al termine, l’Arcivescovo Brugnaro ha benedetto i tanti trattori radunati: la terra che trema non nega i suoi frutti a nessuno. Infine, tutti i presenti, in un clima di grande cordialità e dialogo, hanno consumato panini e vino offerti dalla Coldiretti.

Le Foto Della 66ª Giornata Di Ringraziamento Della Coldiretti

Flickr Album Gallery Powered By: Weblizar
Print Friendly

Comments

comments