Da una iniziativa del sindaco Rolando Pecora e dell’assessore Orietta Mogliani, accolta da diversi volontari del paese, domenica 18 dicembre verrà installata in piazza del Comune una struttura lignea, iscritta in un cubo, che, ideata dall’architetto Andrea Stortoni, interpreta le forme della grotta della Natività di Nazareth.

img-20161214-wa0001La struttura, aperta all’accesso dei visitatori, resterà vuota e debolmente illuminata fino alla notte del 24 dicembre. Dopo la veglia di Natale, una processione di fedeli collocherà nella mangiatoia, all’interno della struttura, una statua in plexiglas raffigurante un neonato, realizzata dall’artista professor Ermenegildo Pannocchia. La statua, adeguatamente retro-illuminata, sarà la sorgente luminosa che risplenderà sulla grotta e i suoi visitatori.
E’ un presepe concettuale, con il quale si propone all’osservatore di essere parte integrante della scena, di diventare per un momento parte di quella famiglia che a Nazareth ha visto nascere il bimbo che diverrà “luce del mondo”.

Un plauso da parte del Comune è andato ai realizzatori-volontari Andrea Sollini, Ivan Vanzini, Fabrizio Angelini, Mario Ottaviani, Simone Gambini, Dino Mogliani, Dino Giorgetti, Alessandro Biagiola, Andrea Stortoni, Roberto Propeti, Gildo Pannocchia, Rolando Biondi, Marzia Pianaroli, Enrico Savi e, inoltre, Guzzini illuminazioni e Ditta Castagnari.

Print Friendly

Comments

comments