«Anziano amico saggio», una “Reteviva” per gli anziani

0
325

Siamo Gloria e Sofia e da due mesi abbiamo iniziato il servizio civile presso la Caritas. Il progetto che noi seguiamo si chiama: Anziano amico saggio e si svolge in Reteviva che è promossa dall’associazione Ubuntu (io sono in quanto noi siamo) e dalla parrocchia di Santa Croce.

Reteviva è una rete sociale sussidiaria che aggrega persone ed enti di un territorio; il suo scopo è quello di attivare scambi di reciprocità e gruppi di interesse facendo incontrare disponibilità e necessità delle persone. Questi “scambi di reciprocità” si caratterizzano per la gratuità e la libera volontà dei partecipanti di mettere a disposizione il loro tempo e le loro risorse e necessità personali.

Ad oggi le attività ed i gruppi d’interesse offerti da Reteviva per i pensionati autosufficienti sono: computer e smartphone, dialogo in biblioteca, ginnastica dolce, ago e filo, l’Altroparlante, laboratorio di pittura, yoga e Menteviva. Inoltre si da una mano anche a chi non è autosufficiente per esempio con piccole commissioni o compagnia e, come precedentemente detto, l’associazione è sempre pronta ad accogliere nuove “disponibilità/necessità”.

Gli obiettivi del nostro progetto nello specifico sono: facilitazione del dialogo intergenerazionale, facilitazione relazionale interpersonale negli spazi laboratori per anziani autosufficienti e aiuto a favore di anziani non autosufficienti presso la propria abitazione.

Nell’effettuare il nostro servizio ci troviamo bene e crediamo che una realtà come Reteviva dovrebbe essere presente in ogni territorio, perché le attività proposte vanno al di là del “solito circolo”: oltre a sentire l’affetto e l’interessamento della comunità, si vede proprio il protagonismo dell’anziano. Ci auguriamo che l’anno prosegua con tante nuove sorprese e che la nostra presenza possa costituire un valido contributo all’interno dell’associazione.

Print Friendly

Comments

comments