Ritornano finalmente nelle proprie case molti degli sfollati da sisma che avevano dovuto lasciare il centro storico di Montelupone. Il giorno del rientro è fissato per oggi, 7 dicembre, giorno di vigilia della festa dell’Immacolata.

Il provvedimento riguarda una cinquantina di persone che il Comune aveva ospitato presso l’Hotel Moretti e le cui abitazioni erano state evacuate per il pericolo di crolli da importanti edifici sovrastanti, quali la torre campanaria di San Francesco e l’antico palazzo Tomassini: gli edifici in questione sono stati messi in sicurezza e, di conseguenza, sono state riaperte al traffico pedonale e veicolare via Roma, via Bevilacqua e via Mentana, con annessa possibilità per i residenti di tornare nelle proprie case.

Restano fuori altri cittadini, in particolare quelli residenti in quel vicolo Perchiodo sulle cui abitazioni incombe un antico palazzo privato, che richiede notevoli interventi: il passaggio pedonale lungo il vicolo resta naturalmente precluso, mentre permangono alcune difficoltà anche per alcuni residenti in via XX Settembre.

Ad ogni modo, gran parte del lavoro è stato fatto e, con l’avvicinarsi del Natale, il rientro a casa delle persone evacuate rappresenta la piena ripartenza di un centro storico che, contando sulle proprie forze, ha dovuto affrontare e risolvere non pochi problemi.

Print Friendly

Comments

comments