Il progetto «QUIsSI CRESCE» al convegno internazionale di Bressanone

Il progetto è stato selezionato per lo Spazio Storie del convegno internazionale "Educazione, Terra, Natura" organizzato da Zeroseiup in collaborazione con l’Università di Bolzano

0
193

Il progetto “QUIsSI CRESCE!” di rivalutazione delle aree verdi dei cinque nidi comunali ideato dall’associazione Les Friches e realizzato  dall’Assessorato alla scuola e ai nidi del Comune di Macerata, è stato selezionato per lo Spazio Storie del convegno internazionale “Educazione, Terra, Natura” organizzato da Zeroseiup in collaborazione con l’Università di Bolzano in svolgimento in questi giorni a Bressanone. Macerata è presente con un poster che racconta la propria esperienza, molto apprezzata e degna di nota, grazie alla sinergia tra Comune, nidi e associazione Les Friches che da due anni hanno avviato un percorso di progettazione partecipata insieme agli amministratori, gli uffici tecnici, i genitori e soprattutto i bambini e le bambine.

“QUIsSI CRESCE!” è un progetto che si propone di riconsiderare insieme l’ambiente esterno, outdoor, come contesto educativo importante che assume la valenza di un’aula, e che, oltre ad essere un luogo in cui si apprende, offre l’opportunità di potenziare il senso di rispetto per l’ambiente naturale e consente ai bambini di esprimere numerosi linguaggi: ludico, motorio, emotivo affettivo, sociale, espressivo e creativo. «E’ un onore per la città di Macerata essere selezionata per i suoi progetti di qualità – sostiene l’assessore alla scuola Stefania Monteverde – Grazie al progetto QUIsSI CRESCE vogliamo  tenere al centro dell’attenzione i bambini e il diritto alla vita all’aria aperta».

Ad oggi  il progetto ha dato risultati più che positivi e questo dimostra quanto sia forte l’esigenza da parte di tutti i soggetti coinvolti di ragionare in maniera nuova, guardando prima di tutto al bambino e alle sue esigenze di crescita e sviluppo senza lasciarsi vincolare troppo da dinamiche personali e limitanti. In base ai dati raccolti e rielaborati dall’associazione Les Friches e alla luce delle osservazioni fatte dalle educatrici in ciascun singolo contesto verrà poi strutturato il prossimo passo. Un progetto comune, condiviso, che non mira solo a ripensare gli spazi ma a mettere in discussione le parti in causa grazie ad una dinamica partecipativa che rende tutti  elementi centrali di questo percorso che guarda verso il futuro, un futuro fatto di dialogo e confronto per una comunità partecipe e responsabile. Il progetto è stato già sperimentato dal Comune di Macerata con il progetto QuiSiGioca nel 2014 con cui si è realizzata  la  riqualificazione dell’area verde del quartiere Pace.

Print Friendly

Comments

comments