La comunicazione (o meglio, il «bollettino»), come da “prassi” in questi tre lunghi e improvvisi mesi, arriva via social, e porta con sè, una ventata di speranza, contraddistinta dal buonumore e dalla determinazione che gli è propria. Padre Gabriele Pedicino, quasi quotidianamente, attraverso i post pubblicati su Facebook fa il punto sulla situazione legata alla basilica di San Nicola, a Tolentino, uno dei luoghi di culto e di aggregazione nel segno della spiritualità diocesana più colpiti dal sisma (leggi Qui).

15230672_1282240921816945_1318016681554512315_nDa domenica 11 dicembre, fa sapere il giovane religioso, «verrà riportato in superficie il corpo di San Nicola e posto in una stanza che stiamo allestendo vicino al tendone-chiesa. Sarà il vescovo Nazzareno Marconi a celebrare la Messa delle ore 18».
Sempre al tendone, domani 6 dicembre alle ore 21.15, ci si ritroverà insieme per la preghiera del Rosario e, da mercoledì 7 dicembre riprende anche la Lectio Divina con padre Giuseppe Scalella. «Anche la libreria provvisoria allestita presso il parcheggio – aggiunge Pedicino – sarà fruibile nel fine settimana, il sabato pomeriggio e la domenica durante l’orario delle Messe».

E, assieme alle informazioni di servizio, non manca mai l’invito comune alla preghiera e la gratitudine verso quanti, con il proprio sostegno, a diverso titolo stanno aiutando la comunità religiosa ad iniziare un nuovo capitolo dopo questa dolorosa parentesi.

Print Friendly

Comments

comments