«Donne e lavoro», Sindaco e Rettore visitano la mostra al Casb di Macerata

Romano Carancini e Francesco Adornato sono stati accompagnati dal presidente del Consiglio delle donne Ninfa Contigiani e da quello dell’Osservatorio di genere Claudia Santoni

0
230

Visita del sindaco Romano Carancini e del rettore Francesco Adornato ieri sera, 1° dicembre, accompagnati dal presidente del Consiglio delle donne Ninfa Contigiani (leggi qui l’articolo) e da quello dell’Osservatorio di genere Claudia Santoni, alla mostra Donne e lavoro allestita negli spazi del Casb dell’Università di Macerata nell’ambito delle iniziative promosse dal Comune di Macerata, in collaborazione con il Consiglio delle donne e dell’Osservatorio di genere, in occasione del 25 novembre Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro la donna.

Tra i pannelli esposti ci sono anche alcuni scatti realizzati dalla fotografa Simona Muscolini per l’Osservatorio di Genere e che Toponomastica Femminile ha scelto per raccontare il lavoro delle donne oggi. Le foto di Simona Muscolini sono state realizzate a partire dai risultati del progetto (RI)pensare le Pari Opportunità – (RI)paro, progetto del 2015 nato da un’idea dell’OdG, finanziato dalla Regione Marche con capofila il Comune di Macerata che aveva l’obiettivo di analizzare la condizione della donna nel mondo del lavoro nelle Marche. Le fotografie sono state scattate all’Athena Società Cooperativa Artigiana di Cingoli, una bella e dinamica realtà del nostro territorio nata grazie alla tenacia, alla professionalità e all’impegno di cinque donne coraggiose.

L’idea di portare la mostra Donne e Lavoro dell’associazione Toponomastica Femminile a Macerata, in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, nasce di fatto l’8 marzo 2016 quando l’Osservatorio di Genere, in collaborazione con il Comune e il Consiglio delle Donne di Macerata, presenta i risultati del progetto #leviedelledonnemarchigiane (www.osservatoriodigenere.com). La proposta che insieme all’Osservatorio di genere, l’Assessorato alle pari opportunità e il Consiglio delle donne del Comune di Macerata fanno all’opinione pubblica, è per una lettura non stereotipica e non retorica sulle vittime della violenza maschile contro le donne, ma che si inserisce in una logica di ricostruzione storica delle vicende femminili. La mostra sarà visitabile fino al prossimo 4 dicembre.

Per informazioni: infomadonna@comune.macerata.it.

Print Friendly

Comments

comments