progetto-di-ricerca-pat-copertina-1L’economia agricola italiana sul finire del XIX secolo si presentava come un sistema costellato di realtà economiche, sociali e produttive. Anche per l’Accademia Georgica di Treia questo secolo è stato tra i periodi più fecondi: la scia della corrente di pensiero illuminista indusse la preesistente istituzione letteraria treiese a mutare il suo impegno verso il campo scientifico dell’agricoltura. Oggi che l’economia agricola è inserita in un mondo industrializzato dove il confronto non è più il mercato locale o nazionale ma europeo e mondiale, il prodotto tipico, frutto di particolari tradizioni, legato a luoghi di produzione con caratteristiche del tutto peculiari a maggior ragione deve sopravvivere. Da ciò l’esigenza di varare un progetto di ricerca orientato alla valutazione del rischio di estinzione dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali delle Marche. Promosso dall’Accademia Georgica, con il sostegno della Camera di Commercio di Macerata, lo studio è stato affidato a Sergio Salvi, biologo, ricercatore e cultore di storia dell’agroalimentare, al fine di tutelare quel patrimonio tradizionale locale che questo particolare momento di globalizzazione alimentare mina anche nelle conoscenze delle giovani generazioni.

Vi è un rischio estinzione per i Prodotti Agroalimentari Tradizionali delle Marche

Secondo la XV revisione (anno 2015) dell’elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali, redatto ed aggiornato periodicamente dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, nelle Marche risultano censiti 151 prodotti agroalimentari tradizionali (non-Dop, non-Igp) che includono varietà vegetali, razze animali e prodotti trasformati. Si tratta di prodotti sui quali regna complessivamente un alone d’incertezza riguardo il loro stato di “salute esistenziale”, che non può essere dedotto in automatico dal semplice aggiornamento periodico di un elenco nominativo.

Nelle Marche risultano censiti 151 prodotti agroalimentari tradizionali

presentazione-ricerca-pat-pieghevole-3A conclusione del progetto di ricerca l’Accademia ha edito un volume con i risultati dello studio che sarà distribuito gratuitamente, grazie anche al contributo di aziende e operatori vicini al settore quali la Banca di Filottrano, la Cna – Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa – di Macerata, la Copagri – Confederazione Produttori Agricoli – delle Marche e l’Azienda Agricola Si.Gi. di Macerata. I risultati saranno ufficialmente presentati venerdì 2 dicembre, a partire dalle 9.30, in un evento realizzato presso e in collaborazione dell’Istituto di Istruzione Superiore “Giuseppe Garibaldi” di Macerata con il patrocinio della Coldiretti di Macerata, della Città di Treia e della Regione Marche. Nell’Aula Magna dell’Istituto Agrario, porteranno i saluti i rappresentanti degli Enti promotori dell’iniziativa e si entrerà nel vivo dei lavori con gli interventi scientifici dell’autore Sergio Salvi, del prof. Giuseppe Potentini, docente dell’Istituto Agrario (con un intervento sulla caratterizzazione sensoriale dei prodotti tradizionali) e di Ferruccio Luciani, responsabile della P.O. Qualità, Certificazione e Sicurezza degli Alimenti della Regione Marche (che tratterà degli Strumenti per la valorizzazione e la tutela dei prodotti agroalimentari tradizionali).

presentazione-ricerca-pat-manifesto

Print Friendly

Comments

comments